Charlie 150113003023
DOPO LA STRAGE 12 Gennaio Gen 2015 2301 12 gennaio 2015

Charlie Hebdo, Maometto in copertina

Vignetta del profeta che piange sulla prima in uscita il 14 gennaio. «È tutto perdonato». 

  • ...

C'è una vignetta di Maometto sulla copertina del nuovo numero di Charlie Hebdo. Il Profeta, con una lacrimuccia, regge un cartello con la scritta: «Je suis Charlie», lo slogan dei manifestanti dopo la strage del 7 gennaio. Sulla testa di Maometto campeggia la frase: «Tout est pardonné», è tutto perdonato.


3 MILIONI DI COPIE. La prima è stata anticipata con un tweet da Libération, che ospita la redazione del settimanale satirico. Charlie Hebdo conta di distribuire 3 milioni di copie per il numero in uscita mercoledì 14 gennaio, in cui sono state annunciate nuove vignette sul Profeta.
«DIRITTO DI ESSERE BLASFEMI». I 'sopravvissuti' della redazione non rinunciano quindi al «diritto di essere blasfemi», come ha anticipato l’avvocato del settimanale satirico Richard Malka. «Non volevamo fare un numero necrologico», ha aggiunto il nuovo direttore Gerard Biard, né «essere lamentosi». Il giornale torna in edicola tradotto in 16 lingue e distribuito in tutto il mondo. L'obiettivo, ancora una volta, è quello di far ridere.

Correlati

Potresti esserti perso