TERRORISMO 12 Gennaio Gen 2015 1734 12 gennaio 2015

Hayat Boumeddiene, la compagna di Coulibaly all'aeroporto di Istanbul

Le telecamere dello scalo turco hanno ripreso una donna che sembra corrispondere alla partner di Coulibaly. Fuggita in Siria prima della strage. Foto.

  • ...

Un nuovo filmato, proveniente dall'aeroporto di Istanbul, sembra confermare quanto dichiarato dalle autorità di Ankara dopo la strage al supermercato kosher di Parigi, in cui sono morte quattro persone prese in ostaggio da Amedy Coulibaly. La sua compagna, Hayat Boumeddiene, sarebbe arrivata in Turchia il 2 gennaio, inquadrata dalle telecamere dello scalo turco, per poi attraversare il confine e raggiungere la Siria (foto).

SCONFINATA IN SIRIA L'8 GENNAIO. Le foto sono state pubblicate dal Daily Mirror e dai siti di altri quotidiani internazionali. Hayat Boumeddiene, 26 anni, è ricercata dalla polizia.
Il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, ha detto che la donna sarebbe arrivata a Istanbul da Madrid il 2 gennaio, mentre il passaggio in Siria sarebbe avvenuto l'8 gennaio.
INDIVIDUATA GRAZIE AL CELLULARE. Aaron Stein, analista turco che ha seguito da vicino il caso di Hayat Boumeddiene, ha aggiunto un ulteriore particolare che sembra confermare le ipotesi degli inquirenti: «La Francia ha fornito all'intelligence turca il numero di telefono di Boumeddiene. I Servizi turchi lo hanno usato per tracciare i suoi spostamenti. L'ipotesi che si trovi in Siria si basa sulle coordinate geografiche del suo cellulare».


POSSIBILI ALTRI COMPLICI. Il primo ministro francese, Manuel Valls, ha inoltre comunicato che Coulibaly ha avuto «certamente» un complice, probabilmente la stessa persona che ha girato il video con cui il sequestratore ha voluto rivendicare la sua azione prima ancora di averla compiuta. Le ricerche della polizia sono dunque estese anche ad altri soggetti, che hanno avuto un ruolo nell'organizzazione dell'attacco al supermercato kosher.
STAMPA TURCA: «CON LEI C'ERA UN FRANCESE». Le immagini riprese dalle telecamere di sicurezza dell'aeroporto di Istanbul sono state diffuse dalla tivù privata turca Haberturk. Quella che si presume sia Hayat Boumeddienne, con un velo islamico bianco sul capo, si è presentata allo sportello del controllo passaporti accompagnata da un uomo. Il controllo è stato sbrigato molto rapidamente, in meno di un minuto, dal funzionario della sicurezza. Secondo la stampa turca, l'uomo che l'ha accompagnata a Istanbul è un francese di origine nordafricana, Mehdy Sabry Belhoucine.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso