Isis 141118124220
TERRORISMO 12 Gennaio Gen 2015 1809 12 gennaio 2015

Isis, rapiti 21 copti egiziani in Libia

Pubblicate le foto dei «prigionieri crociati dello Stato islamico». Attacchi nell'Est del Paese.

  • ...

Miliziani dell'Isis.

L'Isis in Libia ha pubblicato le prime foto di 21 egiziani copti rapiti il primo gennaio nel Paese nordafricano. Lo riferiscono fonti libiche. L'Isis definisce i sequestrati «prigionieri crociati dello Stato islamico», come riporta la scritta sulle foto. I cristiani egiziani provengono dal governatorato di Minya (Egitto centrale) e il ministero degli Esteri egiziano nei giorni scorsi ha fatto sapere che sta facendo il possibile per salvarli.
RAPITI A CAPODANNO. I copti erano stati rapiti nella notte di Capodanno e il governo egiziano ha istituito un'unità di crisi. Il gruppo di Ansar al Sharia che controlla la città di Derna ed è attivo anche a Bengasi, tiene rapporti strettissimi con i jihadisti ricollegati al sedicente Stato Islamico (Isis).
CRISTIANI IN DIFFICOLTÀ. Dalla caduta del regime di Muammar Gheddafi nel novembre 2011, la minoranza cristiana in Libia è sempre più in difficoltà e ha più volte lamentato la crescente influenza di movimenti islamici radicali soprattutto nell'Est del Paese dove si è verificato il maggior numero di attacchi e intimidazioni contro i copti. Nel dicembre 2014, a Sirte, uomini armati avevano ucciso una coppia di medici copti assieme a una delle loro tre figlie. In febbraio 2014, vicino a Bengasi, erano stati trovati i corpi di sette egiziani cristiani massacrati a colpi d'arma da fuoco.

Correlati

Potresti esserti perso