Maro Latorre 140907092718
GIUSTIZIA 12 Gennaio Gen 2015 0800 12 gennaio 2015

Marò, rientro Latorre: l'India rinvia la decisione

Il caso slitta a mercoledì 14 gennaio. Sospesi i termini del permesso sanitario.

  • ...

I due marò Massimiliano Latorre (a destra) e Salvatore Girone durante la visita in Italia a marzo 2013.

Colpo di scena inaspettato sul caso marò.
L'India ha rinviato la decisione sul rientro del fuciliere di Marina Massimiliano Latorre.
A decidere il nulla di fatto temporaneo è stata la Corte suprema indiana, che ha fissato per mercoledì 14 gennaio il nuovo esame dell'istanza di proroga per il ritorno a New Delhi del marò.
NUOVO RINVIO. Il presidente del Tribunale H.L. Dattu ha spiegato che, avendo già espresso in passato osservazioni e «riserve» sull'istanza, è opportuno che di essa si occupino i magistrati di un'altra sezione del Tribunale, «per un principio di indipendenza di giudizio».
Il magistrato ha fatto riferimento a quando, il 16 dicembre, gli furono presentate parallelamente due istanze in cui si chiedevano permessi per Latorre e Girone, che furono da lui severamente criticate, tanto da spingere gli avvocati a ritirarle immediatamente.
RIENTRO SOSPESO. Inoltre, i termini di scadenza del permesso sanitario concesso a Latorre per il suo rientro in India, scadevano alle 24 di domenica 11 gennaio, sono stati sospesi in attesa dell'esame dell'istanza italiana di proroga: a precisarlo sono stati fonti legali all'uscita dell'udienza, dove era presente anche l'ambasciatore d'Italia in India Daniele Mancini.
Va detto che questi giudizi hanno rasserenato solo in parte le autorità diplomatiche italiane ed i membri del team legale internazionale che assiste quello indiano nella difesa di Latorre e Salvatore Girone.
CASO LUNGO TRE ANNI. Si auspica la concessione da parte della Corte indiana di un periodo abbastanza lungo da permettere ai governi italiano ed indiano di continuare ed accrescere i contatti per il reperimento di una soluzione ad una crisi che a febbraio entrerà nel suo terzo anno.
STOP DI GENTILONI. Poco prima della decisione della Corte suprema indiana, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni nell'intervista di Maria Latella su SkyTg24, aveva precisato come la «condizione sanitaria» di Latorre non gli consentisse di tornare in India. E per il governo italiano questa è una «condizione insuperabile».
MARÒ A MILANO. Il marò, infatti, si trova da qualche giorno all'Istituto Besta di Milano, dopo essere stato operato il 5 gennaio al Policlinico San Donato per un'anomalia cardiaca. Come ha precisato la struttura sanitaria del capoluogo lombardo, il capo di prima classe della Marina militare è «sottoposto a follow up neurologico».

Correlati

Potresti esserti perso