Samantha Cristoforetti 141124150851
SPAZIO 14 Gennaio Gen 2015 1227 14 gennaio 2015

Emergenza Iss, Esa: «Possibile falso allarme»

Forse scattato a causa di un pc difettoso. Cristoforetti twitta: «Stiamo tutti bene».

  • ...

È scattato l'allarme su Iss: forse un aumento di pressione nel circuito dell'ammoniaca a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, riscontrato nel modulo americano, ha costretto l'equipaggio a mettersi «al sicuro all'interno del segmento russo della Stazione Spaziale». Lo ha comunicato all'Ansa il responsabile della Iss per l'Esa, Bernardo Patti.
FORSE UN FALSO ALLARME. Ma con il passare delle ore pare che l'ipotesi più accreditata per i tecnici impegnati nell'analisi dell'anomalia segnalata sulla Stazione Spaziale sia quella del falso allarme: «L'ipotesi che ha maggior credito è quella di un falso allarme», ha detto infatti all'Ansa il responsabile dell'Iss per l'Esa.
Le verifiche fatte finora, ha proseguito Patti, indicano che «il falso allarme potrebbe essere scattato a causa di un computer difettoso abbinato ad un sensore che ha dato un valore un po' strano». Sulla base dei valori indicati dal computer c'erano quindi, ha osservato, «gli elementi per ipotizzare una perdita di ammoniaca». Se questa ipotesi sarà confermata, l'equipaggio, trasferito sul modulo russo, potrebbe rientrare nel segmento americano della Stazione Spaziale entro qualche ora.
CRISTOFORETTI: «STIAMO BENE». «Stiamo tutti bene». L'astronauta Samantha Cristoforetti ha rassicurato il web tramite un tweet dal modulo russo della Stazione Spaziale, dove si trova con i colleghi dopo l'emergenza. «Grazie a tutti», ha scritto, «stiamo tutti bene qui nel segmento russo e siamo al sicuro».

ISOLATI IN VIA PRECAUZIONALE. Il capo degli astronauti dell'Agenzia Europea (Esa), Frank De Winne, ha riferito all'Ansa che i sei astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale «sono al sicuro all'interno del modulo russo, isolati in via precauzionale dal modulo americano». In caso di necessità, nel modulo russo «hanno tutto ciò che serve per trascorrere anche un lungo periodo».
POSSIBILE RIENTRO NEL MODULO USA. I tecnici della Nasa stanno lavorando perchè gli astronauti possano rientrare in serata nel segmento americano della Stazione Spaziale. Lo ha comunicato il responsabile della Iss per la Nasa, Mike Suffredini, per il quale trova sempre più consistenza l'ipotesi del falso allarme riguardo alla perdita di ammoniaca.
NON CI SONO CONFERME. L'agenzia spaziale russa Roscosmos, citata dall'agenzia Interfax, ha riferito di un guasto al sistema di raffreddamento che avrebbe causato una fuoriuscita di ammoniaca nel settore americano della Stazione spaziale. Secondo Patti però «al momento non ci sono conferme che sia avvenuta una perdita di ammoniaca». Anche la Nasa ha fatto sapere che «non ci sono elementi a conferma di una fuoriuscita di ammoniaca», come ha scritto in un tweet.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso