Congresso 140819155928
MINACCIA 14 Gennaio Gen 2015 2314 14 gennaio 2015

Usa, pianificava attentato al Congresso: arrestato

Catturato dall'Fbi grazie a un tweet dove manifestava sostegno alla jihad.

  • ...

Il Congresso Usa a Washington.

L'Fbi ha arrestato un uomo originario dell'Ohio, di nome Christopher Lee Cornell, con l'accusa di aver pianificato un attentato contro Capitol Hill, sede del Congresso americano, con bombe e armi da fuoco. Gli agenti federali sono stati allertati da una serie di tweet dove l'uomo esprimeva il suo sostegno alla jihad e diceva d'ispirarsi all'Isis.
BOMBA ARTIGIANALE. Lee Cornell, 20 anni - conosciuto anche con il nome di Raheel Mahrus Ubaydah - è accusato di possesso di armi da fuoco e di tentato omicidio di funzionari del governo. Ulteriori indagini hanno rivelato che l'uomo aveva cercato su internet il modo di costruire una bomba artigianale. Aveva poi acquistato un'arma da fuoco, 600 munizioni e si stava preparando a partire per Washington.
ESPLOSIONE A CAPITOL HILL. Le indagini dell'Fbi hanno permesso di ricostruire il piano criminale nei particolari. L'intento dell'uomo era quello di far scoppiare alcuni tubi-bomba una volta arrivato a Capitol Hill e poi di aprire il fuoco contro i funzionari una volta esplosi gli ordigni.
CONTATTATO SU TWITTER. Secondo alcuni documenti della task force antiterrorismo nell'Ohio, il piano è stato sventato dopo che un informatore dell'Fbi ha contattato Cornell su Twitter e su un'altra piattaforma digitale. Il 29 agosto dello scorso anno il giovane ha scritto all'informatore per comunicargli che aveva contattato persone all'estero che non gli avevano dato l'ok per condurre un attacco, aggiungendo tuttavia di voler proseguire ugualmente con il piano da solo: «Credo che dovremmo inneggiare alla jihad da soli e pianificare un attentato», avrebbe detto all'informatore.
ISTRUZIONI PER L'ORDIGNO. Cornell quindi lo avrebbe incontrato il 17 e il 18 ottobre, spiegando di aver bisogno di armi e mostrando su un pc portatile le spiegazioni scaricate su come fabbricare una bomba. Il 10-11 novembre un altro incontro: in quell'occasione il presunto attentatore rivelava di voler compiere un attentato al Congresso, considerandone i membri «nemici».

Correlati

Potresti esserti perso