Marò 150115125123
DECISIONE 15 Gennaio Gen 2015 1250 15 gennaio 2015

Marò, l'Ue approva risoluzione per il rimpatrio

L'ok di Strasburgo a larghissima maggioranza. Bruxelles chiede pure il cambio di giurisdizione.

  • ...

I due marò, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre.

A larghissima maggioranza l'Aula di Strasburgo ha approvato una risoluzione sui marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, in cui si chiede, tra i vari punti, il loro rimpatrio e un cambio di giurisdizione.
Dopo l'ok - avvenuto per acclamazione ad alzata di mano - è arrivato un applauso dell'Aula.
MOGHERINI AL LAVORO. A sostenere la causa dei due fucilieri della Marina militare anche l'Alto rappresentante dell'Unione europea per gli Affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini che s'è detta soddisfatta per la decisione della Corte suprema di prolungare la permanenza di Latorre in Italia per motivi di salute. L'ex titolare della Farnesina, però, ha messo in guardia New Delhi, spiegando che la vicenda può «avere un impatto sulle relazioni tra Ue e India».
PRESSING DELLA STAMPA. Dal Paese dove ancora si trova Girone, inoltre, la stampa ha iniziato a fare pressing perché l'affare si possa risolvere.
Il quotidiano indiano The Economic Times ha proposto di «mandare a casa i due fucilieri» per «mettere fine alla farsa».
Quindi il giornale ha avanzato l'idea che i marò possano essere giudicati da un tribunale militare a Roma.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso