Carolina Kostner 140915133113
DECISIONE 16 Gennaio Gen 2015 1640 16 gennaio 2015

Doping, Carolina Kostner squalificata 16 mesi

La pattinatrice azzurra sanzionata per «complicità» nel caso Schwazer. Lei annuncia: «Farò ricorso».

  • ...

La pattinatrice azzurra Carolina Kostner.

Un anno a e quattro mesi di squalifica. È questa la sanzione comminata dal Tribunale nazionale antidoping alla pattinatrice azzurra Carolina Kostner per «complicità» nel caso di doping dell'ex fidanzato e marciatore Alex Schwazer.
SANZIONE INFERIORE A RICHIESTA. La squalifica parte dal 16 gennaio, ma non toglie all'atleta i tanti trofei vinti, tra cui un mondiale, cinque Europei e il tanto atteso bronzo olimpico di Sochi.
La sanzione è inferiore rispetto a quella richiesta dalla procura antidoping, che già in virtù delle nuove norme, aveva riformulato la richiesta riducendo lo stop da quattro anni e tre mesi a due e tre mesi: ora il tribunale nazionale ha riconosciuto all'atleta solo la violazione dell'articolo 2.9 delle norme sportive e non il 3.3 per i quali era stata deferita, comminando la squalifica di un anno e quattro mesi più mille euro di multa per le spese processuali.
COMPLICITÀ DI SECONDO LIVELLO. La 27enne avrebbe coperto nell'estate 2012 un tentativo di elusione di un controllo antidoping di Schwazer, che ha recentemente patteggiato otto mesi.
La pattinatrice è stata ritenuta responsabile per una sorta di complicità di secondo livello, usufruendo poi di un ulteriore sconto per il fatto che la complicità non è stata ritenuta significativa visto che Schwazer fu poi controllato la sera stessa del fatto a Racines a casa sua, e trovato positivo all'eritropoietina.
Nonostante la 'caduta', Carolina si scrolla di dosso l'accusa di 'omessa denuncia' per la frequentazione di Schwazer con il medico inibito, Michele Ferrari.
Eppure nella sua biografia, tra i tanti successi e le emozioni regalate, resta indelebile questa macchia.
Dopo l'anno sabbatico, avrebbe voluto tornare a gareggiare e invece dovrà stare ferma fino al 16 maggio 2016: considerando la stagione del pattinaggio, riprenderà di fatto solo in ottobre, dopo Mondiale e Europeo.
Non è bastata la testimonianza in aula del suo nuovo manager Giuseppe Gambardella, organizzatore di crociere per single, e che ha preso il posto della storica agente, Giulia Mancini
«ANDRÒ FINO IN FONDO». La Kostner ha reagito così: «Sono amareggiata e delusa, ma sono determinata ad andare fino in fondo all'ultimo grado di giustizia. Se penso di aver subito un'ingiustizia? Sì».
Pronta anche la reazione di Giovanni Fontana, il legale della pattinatrice: «Smentito il Tas che stabiliva la piena consapevolezza dell'illecito per la condanna. Faremo sicuramente ricorso».
In attesa di formulare la nuova istanza, Carolina già dal 17 gennaio è attesa in Giappone per una tournée.
Davanti a un pubblico che la ama e che forse l'aiuterà a rialzarsi ancora, come dopo quella volta ai Giochi Invernali di Torino o quella volta a Vancouver.

Correlati

Potresti esserti perso