Hacker Isis 140826103354
PAURA 16 Gennaio Gen 2015 1038 16 gennaio 2015

Francia, siti media ko: forse un attacco informatico

Molti portali d'informazione fuori uso. Arrestato il complice di Coulibaly.

  • ...

Un hacker in azione.

Ancora paura in Francia. Diversi siti di media francesi il 16 gennaio sono stati messi fuori uso per quello che sembra un attacco informatico. La radio France Inter, il sito di informazione Mediapart, il sito 20minutes e anche Le Parisien - fra gli altri - sono irraggiungibili.
I siti colpiti sono tutti ospitati dai server della stessa società di web hosting, Oxalide, che sulla sua pagina Twitter ha parlato di un «incidente» che ha «toccato il cuore della rete», ma senza fornire ulteriori precisazioni.
OSCURATI ANCHE ALTRI SITI. Secondo Le Figaro, altri siti non di aziende di media ospitati da server Oxalide sono irraggiungibili, come quello della catena di vendita di mobili Alinea o quello del portale di bricolage Kiloutou. Per la maggior parte di questi siti, la homepage resta accessibile ma i link e le rubriche sono bloccati.
ATTACCO DDOS. Fra i siti inaccessibili, anche quello de L'Express. Diversi specialisti informatici ipotizzano un attacco informatico di tipo 'DDoS', che consisterebbe nel sommergere un server di richieste fino a renderlo inaccessibile.
L'azione degli hacker è arrivata in un giorno di tensione per la Francia, con il falso allarme bomba alla stazione Gare de l'Est a Parigi, che è stata evacuata in mattinata, con il primo ministro Manuel Valls che ha sottolineato: «La minaccia non è finita».
PERQUISIZIONI NELLE BANLIEUE. E per fronteggiare questa minaccia, le autorità francesi hanno iniziato a battere il territorio, perquisendo molte abitazioni nelle banlieue
Nove uomini e tre donne, sono stati interrogati su un loro «possibile sostegno logistico» ai terroristi, soprattutto in relazione alla fornitura di armi e veicoli. Tracce di Dna e intercettazioni passate al setaccio sarebbero alla base dell'operazione. Continuano le ricerche dell'auto - una Mini Cooper - di Hayat Boumeddiene, la compagna del terrorista ucciso, Amedy Coulibaly, fuggita in Siria

Correlati

Potresti esserti perso