Base Servizi Segreti 130625132607
DOCUMENTI 19 Gennaio Gen 2015 1730 19 gennaio 2015

Datagate, giornalisti spiati dagli 007 inglesi

Rivelazioni della 'talpa' Snowden: intercettate le email dei reporter, dalla Bbc al New York Times.

  • ...

La base dei servizi segreti inglesi del Government Communications Headquarters (Gchq) di Cheltenham, in una ripresa dall'alto.

Nuove rivelazioni sullo scandalo Datagate tornano a scuotere l'opinione pubblica. Il Government Communications Headquarters (Gchq), l'agenzia governativa britannica che si occupa della sicurezza e dello spionaggio nell'ambito delle comunicazioni, avrebbe intercettato email dei giornalisti che lavorano per alcuni dei più grandi media occidentali. Lo si legge nei nuovi documenti inviati al Guardian dalla 'talpa' Edward Snowden.
DALLA BBC A LE MONDE. Email appartenenti a Bbc, Reuters, Guardian, New York Times, Le Monde, Sun, Nbc e Washington Post sono state salvate dal Gchq e condivise nel database dell'agenzia come parte di un test di prova. Le comunicazioni dei giornalisti sono tra le 70 mila email raccolte in meno di 10 minuti in un giorno di novembre del 2008 da uno dei numerosi punti di contatto del Gchq sui cavi in fibra ottica che costituiscono la 'spina dorsale' di internet.
GIORNALISTI INVESTIGATIVI NEL MIRINO. Le comunicazioni, che comprendevano anche la corrispondenza tra i giornalisti e gli editori per discutere sugli articoli, sono state trattenute dal Gchq ed erano a disposizione di tutto il personale autorizzato dell'agenzia. Non c'è nulla, finora, che indichi se i giornalisti siano stati presi di mira intenzionalmente. Altri documenti segreti britannici rivelati da Snowden mostrano però come i «giornalisti investigativi» fossero considerati una minaccia dal Gchq, al fianco di terroristi e hacker.
CAMERON SOTTO PRESSIONE. Le rivelazioni sono arrivate mentre il governo britannico è sotto pressione per le numerose richieste di protezione delle comunicazioni riservate di giornalisti, parlamentari e avvocati dopo gli attentati in Francia.

Correlati

Potresti esserti perso