Ebola 141031090842
MALATTIE 20 Gennaio Gen 2015 1715 20 gennaio 2015

Ebola, l'analisi del genoma solleva dubbi sull'efficacia dei farmaci

Molti medicinali in sperimentazione potrebbero essere inutili perché il virus muta troppo velocemente.

  • ...

Un'esercitazione anti-ebola.

L'analisi del genoma dell'Ebola ha svelato che modifiche naturalmente intervenute negli ultimi decenni sui suoi geni possono rendere inefficaci molti dei farmaci oggi in corso di sperimentazione e su cui sono riposte enormi speranze per affrontare l'attuale emergenza africana.
PROGETTI VECCHI. L'analisi del genoma del virus è stata eseguita su ceppi virali isolati nei decenni passati e confrontati col virus attualmente circolante, in una ricerca pubblicata sulla rivista mBio.
Il problema è che molti dei farmaci oggi in sperimentazione (anticorpi, molecole antisenso etc) sono stati progettati anni or sono sulla base della sequenza genetica di ceppi isolati nelle epidemie degli Anni 70 e 90 che però, alla luce di questo studio, risultano geneticamente diversi dall'Ebola attualmente circolante.
EBOLA HA GENOMA SEMPLICE. Lo studio è stato coordinato da Gustavo Palacios dell'istituto 'Army Medical Research Institute of Infectious Diseases' (USAMRIID) a Frederick nel Maryland.
Il virus Ebola ha un genoma molto semplice fatto di appena sette geni che non restano uguali a se stessi nel tempo ma stanno evolvendo, accumulando cambiamenti genetici, meglio detti mutazioni.
Per 'fotografare' questi cambiamenti gli esperti hanno confrontato tre ceppi di Ebola: quello attualmente circolante (EBOV/Mak), uno isolato nello Zaire del 1976 e uno nel 1995.
Gli esperti hanno documentato l'accumulo di 600 mutazioni dal 1976 ad oggi.
MUTAZIONE RAPIDISSIME. Tre mutazioni sono recentissime e si sono verificate addirittura durante l'epidemia in corso, segno della velocità con cui l'Ebola evolve.
Bisogna valutare tempestivamente l'efficacia dei farmaci per evitare che risorse preziose siano spese nello sviluppo di terapie che non funzionano più, concludono gli autori dello studio.

Correlati

Potresti esserti perso