Penati 110908153556
PROCESSO 21 Gennaio Gen 2015 0936 21 gennaio 2015

Caso Penati, il teste principale ritratta tutto

Renato Samo: «Negli interrogatori ho subito pressioni di ogni tipo. Dovevo dire qualcosa su di lui».

  • ...

Filippo Penati.

Svolta nel caso Penati. Uno degli uomini chiave dell'inchiesta, l'architetto Renato Samo, ha smentito se stesso, e quindi quello che aveva raccontato ai pm durante gli interrogatori. Secondo gli inquirenti, Samo sarebbe stato il collettore delle tangenti per Penati.
Come ha riportato La Repubblica, il 20 gennaio Samo è stato risentito e ha ritrattato tutte le accuse contro l'ex presidente della Provincia di Milano e braccio destro dell'allora segretario del Pd, Pier Luigi Bersani.
DIETROFRONT SULLE TANGENTI. «Gli interrogatori in manette», ha detto in udienza Sarno, assistito dal suo legale, l'avvocato Marcello Elia, «sono stati frutto di una serie di angosciosi condizionamenti. Ho subito pressioni di tutti i tipi. Mi è stato chiaro che se non avessi detto qualcosa su Penati non sarei uscito da lì».
Ha negato quindi di aver dovuto comprare le azioni della Milano-Serravalle dal gruppo Gavio e di essere stato obbligato a portare a termine quell'operazione perché indicato dai vertici del Pd, nella persona di Massimo D'Alema.

Correlati

Potresti esserti perso