Ucraina 150122074930
CONFLITTO 22 Gennaio Gen 2015 0750 22 gennaio 2015

Guerra Ucraina, bombe su Donetsk e morti

Colpo di mortaio contro una fermata del tram. Kiev cede l'aeroporto ai filorussi.

  • ...

Un carro armato nei pressi di Donetsk.

Caos a Donetsk. Nonostante l'accordo per il ritiro delle armi pesanti in vista di una pace duratura tra Ucraina e Russia, nel Sud Est del Paese continuano gli scontri tra l'esercito governativo e i filorussi: Kiev ha riferito di aver perso quattro uomini (34 feriti) nel conflitto, mentre tra i ribelli ci sono state otto vittime e 16 feriti.
Ma la guerra fa morti anche tra i civili. Nel quartiere Leninski di Donetsk, roccaforte dei separatisti, almeno 13 persone sono morte e decine sono rimaste ferite in seguito all'esplosione di circa cinque presunti colpi di mortaio che hanno centrato la fermata dei mezzi pubblici.
FILOBUS IN FIAMME. Le esplosioni sono avvenute mentre stavano passando un tram e un filobus: quest'ultimo ha poi preso fuoco, insieme con un'auto di passaggio.
La tv Rossia 24 ha mostrato un bus distrutto da un ordigno, cadaveri alla fermata e dentro lo stesso mezzo pubblico.
Un rappresentante del ministero della Difesa dell'autoproclamata repubblica di Donetesk, Eduard Basurin, ha chiarito che i morti sono nove, così come i feriti.
L'AEROPORTO AI RIBELLI. Prima del nuovo episodio di violenza, secondo l'agenzia ucraina Unian, che ha riportato quanto scritto dal battaglione di volontari filogovernativi Azov su Facebook, Kiev ha abbandonato ai ribelli l'aeroporto di Donetsk, ormai distrutto ma dall'alto valore simbolico nel conflitto tra l'esercito governativo e i separatisti filorussi.
«I militari che difendevano l'aeroporto di Donetsk sono stati costretti a lasciare quello che ancora un anno fa era un magnifico scalo moderno», ha scritto l'Unian citando la pagina sul social network.
RESISTENZA DI 242 GIORNI. «L'epopea della difesa eroica dell'aeroporto», è stato comunicato, «è durata 242 giorni, cioè più della difesa di Stalingrado e di Mosca durante la guerra patriottica (la Seconda Guerra mondiale, ndr). Speriamo che passerà qualche tempo e che la bandiera nazionale ucraina sarà di nuovo issata sull'aeroporto».
Kiev ha poi confermato ufficialmente la notizia dell'abbandono dello scalo, intorno al quale nelle ultime settimane si erano intensificati i combattimenti: solo nelle ultime 24 ore, infatti sono rimasti uccisi sei militari ucraini e altri 16 sono stati feriti e fatti prigionieri (in 20 sono riusciti ad abbandonare il terminal).

Correlati

Potresti esserti perso