Scontri Cremona Casa 150124190737
TENSIONE 24 Gennaio Gen 2015 1908 24 gennaio 2015

Cremona, scontri al corteo contro Casa Pound

Bombe carta alla manifestazione dei centri sociali per protestare contro il ferimento di uno degli esponenti.

  • ...

Scontri tra forze dell'ordine e manifestanti a Cremona.

Forte tensione al corteo organizzato dal centro sociale Dordoni di Cremona per protestare contro il ferimento di uno degli esponenti durante gli scontri con alcuni militanti di Casa Pound domenica 18 gennaio. Alla testa del corteo, c'è anche la moglie di Emilio Visigalli, l'uomo ferito gravemente alla testa. Nei giorni scorsi, la donna ha lanciato un appello per «azzerare la brutalità con una partecipazione responsabile».
DUEMILA PARTECPIANTI. Nel corso del corteo, al quale secondo gli organizzatori hanno partecipato oltre duemila persone provenienti da tutta Italia, c'è stato un fitto lancio di fumogeni, bombe carta e altri oggetti verso la polizia in tenuta antisommossa. I disordini sono cominciati quando alla testa della manifestazione sono arrivati giovani vestiti di nero con caschi e bastoni. Sono state scagliate anche grosse pietre e bottiglie.
LACRIMOGENI DELLA POLIZIA. Le forze dell'ordine hanno dovuto rispondere con lanci di lacrimogeni anche nella via dove si trova il Comando provinciale dei carabinieri. Polizia e carabinieri si sono schierati a fianco della caserma, mentre non cessa il lancio di oggetti da parte dei manifestanti. Il gruppo è costruito da un centinaio di manifestanti ma sono una decina quelli che fronteggiano gli agenti.

Correlati

Potresti esserti perso