Srequestmanager Copia 150124143754
ESTERI 24 Gennaio Gen 2015 0800 24 gennaio 2015

India, liberi due italiani: rilasciati dal carcere di Varanasi

Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni erano in carcare da cinque anni per una condanna all'ergastolo.

  • ...

Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni.

Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni, i due italiani da cinque anni in carcere a Varanasi per una condanna all'ergastolo revocata dalla Corte Suprema, sono liberi.
Lo ha affermato il 24 gennaio l'ambasciatore d'Italia in India, Daniele Mancini.
Per poter andare a Nuova Delhi, i ragazzi hanno bisogno di un documento d'immigrazione che dovrebbe essere consegnato martedì 27 gennaio.
«La cosa più importante per noi», hanno affermato i genitori di Tomaso, Luigi Bruno e Marina Maurizio, «è che i ragazzi vengano scarcerati e che possano finalmente riassaporare la libertà dopo cinque anni da incubo».
GRANDE EMOZIONE. «Che gioia e che emozione parlare con mio figlio da uomo libero», ha aggiunto mamma Marina. «Era felice, aveva un bel tono di voce. Gli ho chiesto se gli faceva piacere che lo raggiungessi a Delhi, ma Tom mi ha detto di aspettarlo a casa. Che emozione, non mi reggono le gambe. Ora con mio marito Luigi e mia figlia Camilla lo aspettiamo a braccia aperte».

L'omicidio nel 2010. Facevano uso di droga

Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni.

Tomaso Bruno (31 anni) ed Elisabetta Boncompagni (42) erano stati condannati al carcere a vita con l'accusa di aver ucciso un loro compagno di viaggio, Francesco Montis, fidanzato della donna.
Nel 2010 il giovane fu trovato cadavere in una camera d'albergo a Varanasi, nel Nord Est dell'India. I tre ragazzi facevano uso di droga.
PER I PM È STATO UN DELITTO PASSIONALE. La difesa provò a dimostrare che Montis quella notte fu vittima di un malore. Ma per i magistrati indiani si trattò invece di un delitto passionale con cui Tomaso ed Elisabetta si sarebbero voluti liberare dello scomodo fidanzato.
Dopo un anno di detenzione, il pubblico ministero indiano chiese la morte per impiccagione e nel luglio del 2011 i due furono condannati all'ergastolo, pena confermata in appello nel settembre del 2012.
Il 20 gennaio, con una decisione inaspettata, è arrivato l'annullamento della sentenza da parte della Suprema Corte di New Delhi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso