Lucio Giacomoni 150125154943
ROMA 25 Gennaio Gen 2015 1547 25 gennaio 2015

Roma, medico ucciso: tre romeni hanno confessato

Rapina finita male. Sono fuggiti con meno di 2 mila euro. Ma erano convinti di trovarne molti di più.

  • ...

La vittima, Lucio Giacomoni, aveva 71 anni.

Sono scappati con un bottino di meno di 2 mila euro, un tablet e un iPhone, i tre giovani romeni fermati dai carabinieri per l'omicidio del medico di famiglia Lucio Giacomoni, trovato morto la notte del 23 gennaio nella sua villa di Mentana, vicino a Roma. La banda ha sequestrato anche un'amica moldava della vittima, lasciandola poi in una strada vicina. I tre, che hanno confessato, hanno tra i 24 e i 26 anni. Due di loro sono incensurati.
LA CORRENTE STACCATA, POI IL PESTAGGIO. Gli assassini hanno prima staccato la corrente elettrica nell'abitazione. Poi hanno aggredito la vittima, uscita di casa per accertarsi di quello che pensava fosse un guasto. Giacomoni è stato picchiato selvaggiamente e trascinato all'interno della villa dalla banda, che voleva convincerlo a indicare dove si trovassero soldi e gioielli. In casa i malviventi hanno trovato invece una ragazza moldava di 23 anni, che è stata sequestrata.
IN CASA UNA GIOVANE MOLDAVA. La giovane è stata immobilizzata, colpita al volto e poi portata via in auto dagli aggressori, che l'hanno abbandonata in una strada vicina. Una volta libera ha cercato di chiedere aiuto, fermando alcune automobili di passaggio.
L'AUTO LANCIATA IN UNA SCARPATA. Dopo aver trafugato il magro bottino, la banda è scappata a bordo della vettura della vittima. Scaricata la ragazza moldava, il mezzo è stato lanciato giù da una scarpata e i tre hanno proseguito la fuga a piedi.
CONVINTI DI TROVARE 20 MILA EURO. I carabinieri hanno fatto sapere che gli assassini erano convinti che a casa del medico avrebbero trovato molti più soldi: circa 20 mila euro. Sapevano infatti che Giacomoni era solito pagare in contanti.

Correlati

Potresti esserti perso