Neonato 140606215145
CASO 26 Gennaio Gen 2015 1122 26 gennaio 2015

Francia, chiamano la figlia «Nutella»: no del giudice

Il tribunale: «Nome in contrasto con l'interesse del bimbo: potrebbe attrarre osservazioni sgarbate».

  • ...

Un neonato.

Anche alla stravaganza dei nomi da dare ai propri figli c'è un limite.
Lo ha stabilito in Francia il tribunale della famiglia di Valenciennes, città nel dipartimento del Nord, che ha negato la richiesta di due coppie di genitori che avevano scelto per le loro bimbe due nomi piuttosto insoliti: «Nutella» e «Fraise» (fragola). La motivazione, secondo quanto ha riportato la stampa sarebbe che «il nome Nutella potrebbe attrarre scherno» e «osservazioni sgarbate».
CASO DALLA PROCURA AL TRIBUNALE. La vicenda ha avuto inizio quando una coppia di Valenciennes ha scelto il nome «Nutella» per la propria bimba. L’ufficiale dello stato civile, al momento della registrazione all’anagrafe della piccola, ha tentato di dissuadere i due genitori, ma senza successo. Così ha informato la procura della Repubblica che ha presentato il caso al tribunale della famiglia di Valenciennes. Quest’ultimo, in una successiva sentenza, ha stabilito che il nome scelto «è contrario agli interessi del bambino». «Nutella», perciò, viene ribattezzata «Ella».
SECONDO CASO IN FRANCIA. Un’altra coppia francese, di Raismes, aveva invece deciso di chiamare la propria figlia «Fraise» (fragola). Ma per il tribunale anche questo nome potrebbe diventare «oggetto di presa in giro», così ha imposto che venisse cambiato.
I genitori sono liberi di scegliere il nome da dare ai propri figli, ma, se al momento della registrazione dell’atto di nascita questo risulta «in contrasto con l’interesse del bambino», il funzionario comunale può informare il procuratore.

Correlati

Potresti esserti perso