Isis 141118124220
TERRORISMO 26 Gennaio Gen 2015 1800 26 gennaio 2015

Isis, minacce a Roma e Gerusalemme

Il portavoce al Adnani in un nuovo video: «Sconfiggeremo i crociati».

  • ...

Miliziani dell'Isis.

Un messaggio di minaccia al cuore dell'ebraismo e del cristianesimo. L'Isis è tornato a far sentire la sua voce: «Presto questa campagna crociata sarà sconfitta e dopo, se Dio vuole, ci incontreremo a Gerusalemme, poi l'appuntamento è a Roma», ha avvertito il portavoce Abu Muhammad al Adnani nell'ultimo audio messaggio diffuso sul web. «Ma prima gli eserciti della croce saranno sconfitti a Dabiq».
Poco prima il Site aveva diffuso le minacce contro tutta Europa.
APPELLO A LUPI SOLITARI. Ha lanciato un nuovo appello ai 'mujaheddin in Europa', fedeli radicalizzati in Occidente o di ritorno dai campi di addestramento in Medio Oriente, organizzati o isolati, a «colpire i crociati sul loro territorio ovunque si trovino» e con ogni arma disponibile.
Nella registrazione di circa 10 minuti Adnani ha invitato quindi i «lupi solitari» ad agire «con un dispositivo esplosivo, una pallottola, un coltello, un'auto, un sasso, perfino a calci e pugni».
CITATI ULTIMI ATTACCHI. Adnani ha citato esplicitamente proprio gli ultimi attacchi terroristici rivendicati dai seguaci di Abu Bakr al Baghdadi in Occidente: «Avete visto cosa un singolo musulmano ha fatto con il Canada e il suo Parlamento, e quello che hanno fatto i nostri fratelli in Francia, Australia e Belgio», ha affermato il portavoce dell'Isis.
Già all'indomani del massacro alla redazione di Charlie Hebdo a Parigi, il Vaticano era stato indicato da fonti dell'intelligence italiana come un possibile obiettivo dei terroristi dell'Isis.
Già a luglio 2014 fu lo stesso al Baghdadi, in un precedente messaggio, ad annunciare la volontà di «conquistare Roma», intesa dalla retorica jihadista come cuore della cristianità più che come capitale italiana.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso