Siria 150126111153
GUERRA 26 Gennaio Gen 2015 1100 26 gennaio 2015

Siria, Assad: «Niente pace coi Paesi pupazzi di Usa e Qatar»

Damasco alla conferenza di Mosca. Accuse a Israele: «È l'aviazione dell'Isis».

  • ...

Una macchina degli osservatori dell'Onu in Siria.

Bashar al Assad manda chiari messaggi sul processo di pace in Siria. «Non tutti i colloqui sono utili, non ci può essere un'opposizione se è un pupazzo del Qatar, dell'Arabia saudita o degli Usa, ed è pagata dall'estero», ha detto il presidente siriano intervistato da Foreign Affairs in vista del vertice di Mosca, in programma lunedì 26 gennaio.
«Andremo in Russia, continueremo questi negoziati volti a definire le basi per una conferenza di pace», ha detto Assad convinto che «alcuni Paesi tra cui la Francia non vogliono il successo» del vertice.
ACCUSE A ISRAELE. Lo stesso presidente siriano ha anche precisato come Israele «sostiene i ribelli in Siria»: «Ogni volta che avanziamo da qualche parte loro ci attaccano per danneggiare l'esercito».
Secondo Bashar, addirittura, alcuni nel Paese scherzano: «'Come puoi dire che al Qaida non ha una forza aerea? Loro hanno l'aviazione israeliana'» è la battuta che circola a suo dire.
CONFERENZA A MOSCA. Intanto si è appreso che alcuni rappresentanti dell'opposizione e del governo siriano hanno deciso di partecipare a degli incontri a Mosca per cercare di trovare una soluzione al conflitto scoppiato nel 2011 in cui hanno finora perso la vita 220 mila persone.
Alle trattative non dovrebbe però partecipare la Coalizione nazionale: i ribelli anti-Assad sostenuti da Occidente e diversi Paesi arabi. Secondo il vice ministro degli Esteri russo, Mikhail Bogdanov, i rappresentanti siriani potrebbero incontrare il capo della diplomazia di Mosca, Sergei Lavrov, mercoledì 28 gennaio.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso