Torino Canapa 150126180836
INIZIATIVA 26 Gennaio Gen 2015 1750 26 gennaio 2015

Torino, buffet alla canapa in Comune: è scontro

Aperitivo organizzato dai radicali per promuovere l'uso terapeutico. Sfidato il no del Consiglio.

  • ...

Il buffet organizzato al Comune di Torino a seguito della conferenza stampa per la proposta di legge regionale per la legalizzazione della canapa.

Un 'aperitivo alla canapa' in municipio per sensibilizzare sull'uso terapeutico della cannabis. L'iniziativa è stata promossa dal medico Silvio Viale, esponente dei Radicali, e dal Coordinamento per la legalizzazione della canapa, si è svolta con l'allestimento di un buffet di prodotti alla canapa. Il presidente del consiglio comunale, Giovanni Porcino, aveva autorizzato solamente una conferenza stampa sul tema e ha chiarito: «Qualsiasi altra iniziativa collegata è da ritenersi né preventivamente discussa né tanto meno autorizzata».
IL PROMOTORE: «PIANTA INGIUSTAMENTE CRIMINALIZZATA». L'iniziativa che ha fatto discutere la Sala Rossa, sede del consiglio comunale, è stata realizzata «per rompere i tabù, distinguendo le diverse questioni relative a una pianta che è stata ingiustamente criminalizzata», ha dichiarato Viale. «È necessario», ha proseguito il promotore, «arrivare presto a una legislazione concreta in Piemonte per l'utilizzo terapeutico della cannabis».
Marco Grimaldi, capogruppo regionale di Sel e promotore della proposta di legge ha spiegato: «Va sancito un diritto: quello del malato, al quale questi medicinali devono venire pagati dal servizio sanitario».
Altra questione è la legalizzazione: per il consigliere Pd Luca Cassiani «sottrarrebbe il monopolio alle mafie».
TARTINE, BIRRA E TISANE AL PALAZZO CIVICO. A illustrare i molti usi della pianta e dei suoi semi numerosi prodotti sul tavolo della sala matrimoni di Palazzo civico: tartine al bagnetto verde, birra e tisana, cordame, braccialetti macramé, tutto a base di canapa. All'iniziativa ha partecipato anche il capogruppo di M5s Vittorio Bertola; contrario, invece, il consigliere di Fdi Maurizio Marrone: «Abbiamo sottoscritto la proposta di legge regionale», ha detto, «perché è una cosa seria e mi chiedo se sia opportuno mescolare una questione importante con un mercatino che sponsorizza prodotti di una srl, trasformando Palazzo civico in uno 'Smart Shop'».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso