Procura Torino 150120162111
SENTENZA 26 Gennaio Gen 2015 1144 26 gennaio 2015

Torino, insulta le figlie perchè «grasse»: padre condannato a nove mesi

Obbligava le due ragazze a mangiare cibo macrobiotico. La procura: «Turbato il loro equilibrio psichico».

  • ...

La procura di Torino.

È stato condannato a nove mesi per maltrattamenti il padre torinese che costringeva le figlie a praticare sci agonistico e a mangiare cibi macrobiotici perché definite «troppo grasse». Il giudice ha infatti accolto la tesi del pm Barbara Badellino, che aveva chiesto dieci mesi per l'uomo, che era stato denunciato dalla madre delle ragazze, da cui è separato.
ESPOSTO DELL'EX MOGLIE. La procura di Torino gli contestava di avere turbato l'equilibrio psichico delle due ragazze. L'uomo, un facoltoso torinese, considerava le figlie «grasse» e lo ricordava loro in continuazione, usando espressioni ben più pesanti. Il caso è iniziato nel 2011, quando l'ex moglie, dopo aver raccolto lo sfogo delle figlie che non volevano più vedere il padre, aveva presentato un esposto.
PRIMO CASO NELLA GIURISPRUDENZA. L'uomo ha sempre sostenuto invece che la sua era la normale preoccupazione di un padre per la salute delle figlie. La sua condanna potrebbe fare giurisprudenza: non ci sono infatti precedenti analoghi.

Correlati

Potresti esserti perso