Carabinieri 141124114425
CRIMINALITÀ 27 Gennaio Gen 2015 0818 27 gennaio 2015

Corleone, blitz dei carabinieri: boss arrestati

Estorsioni a carico di imprenditori e commercianti. Che hanno avuto il coraggio di denunciare.

  • ...

Un'auto dei carabinieri.

I carabinieri di Corleone e di Monreale hanno eseguito quattro arresti nell'ambito di una indagine antimafia fra i comuni di Corleone, Palazzo Adriano e Villafrati. In manette sono finiti presunti boss e gregari, indagati per il reato di estorsione con l'aggravante del metodo mafioso.
Nel blitz sono stati impegnati decine di militari, unità cinofile e un elicottero.
DENUNCE DELLE VITTIME. Dall'inchiesta, coordinata dalla Dda di Palermo, emergono i nuovi assetti di Cosa nostra a Corleone, Misilmeri e Belmonte Mezzagno. Scoperta anche una serie di estorsioni a carico di imprenditori e commercianti. Diverse vittime avrebbero collaborato all'indagine.
Le indagini, sviluppate attraverso attività tecniche e servizi di osservazione e pedinamento, ma anche grazie alla collaborazione delle vittime delle estorsioni, hanno permesso di ricostruire l'intero assetto delle famiglie mafiose di Palazzo Adriano e Corleone e i rapporti del mandamento con quelli limitrofi, in particolare con la famiglia mafiosa di Villafrati.
ESTORSIONI IN EDILIZIA E COMMERCIO. Nel corso delle indagini, sono stati ricostruiti quattro nuovi casi di estorsione, ai danni di imprenditori impegnati nel settore dell'edilizia e del commercio, sia nelle fasi dell'apertura sia della gestione degli esercizi commerciali. Per la prima volta, sottolineano gli investigatori, è stata constatata la preziosa collaborazione delle vittime che hanno offerto il loro contributo, abbandonando l'atteggiamento di reticenza che finora ha caratterizzato gli imprenditori e i commercianti che operano nel territorio di Corleone.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso