Carabinieri 130105135614
CRONACA 27 Gennaio Gen 2015 1255 27 gennaio 2015

Vicenza, sventato sequestro di persona

Nel mirino dei criminali il figlio di un imprenditore nel thienese. Tre persone fermate dai carabinieri.

  • ...

Carabinieri in azione.

Sventato dai Ros dei carabinieri il sequestro del figlio di un imprenditore vicentino nel thienese.
Tre al momento le persone arrestate dai carabinieri.
L'operazione, scattata alle prime ore del 27 gennaio ha visto impegnati anche i carabinieri di Vicenza e di Rovigo.
NEL MIRINO UN 13ENNE. Nel mirino dei malviventi era finito il figlio tredicenne di Mara Bassan, figlia del fondatore a Thiene (Vicenza) di un'azienda di import export di bevande e catering specializzata nella commercializzazione di birre, Bernardo Bassan. L'intervento dei Ros è scattato poco dopo le sette quando la donna e il figlio stavano per uscire in auto da casa per recarsi a scuola. I malviventi sono stati bloccati mentre attendevano le loro vittime in un parcheggio vicino. Per rapire il giovane vicentino avrebbero simulato una rapina.
OPERAZIONE AVVIATA DA SETTIMANE. L'operazione degli investigatori era stata coordinata e avviata da settimane senza che la famiglia del ragazzo ne fosse al corrente ma creandole attorno un cordone di protezione. All'origine dell'inchiesta gli accertamenti su una rodigina, ora indagata, che avrebbe ricevuto proposte di affiliazione alla banda avanzate degli organizzatori del rapimento.
ZAIA: «GRANDISSIMO LAVORO DI SQUADRA». «Oggi i Ros ed i carabinieri di Vicenza e Rovigo hanno svolto un grandissimo lavoro evitando di far cadere in un incubo la famiglia di Bernardo Bassan cui esprimo la mia totale vicinanza e solidarietà. I complimenti vanno a tutte le forze dell'ordine coinvolte in questa operazione, che ha evitato si scrivesse una brutta pagina di cronaca per i nostri territori», ha affermato il presidente del Veneto Luca Zaia.

Correlati

Potresti esserti perso