Fabrizio Corona 140612131752
GIUSTIZIA 28 Gennaio Gen 2015 1106 28 gennaio 2015

Corona, la Cassazione: no allo sconto della pena

Gli era stato concesso dal gip a febbraio, che aveva abbassato gli anni da 13 a nove.

  • ...

L'ex fotografo dei vip Fabrizio Corona.

Nessuno sconto di pena per Fabrizio Corona che ora, dopo che il suo cumulo di condanne definitive era sceso a 9 anni, si ritrova a dover affrontare, dopo due anni già passati in carcere e altri mesi di carcerazione preventiva già scontati, quasi 11 anni di reclusione.
NUOVO ESAME DAVANTI AL GIP. Lo ha deciso la Cassazione, che ha rinviato per nuovo esame, davanti al gip del tribunale di Milano, il calcolo della pena totale che Corona deve scontare, condannandolo anche al pagamento delle spese processuali. In particolare, i giudici della Prima sezione penale della Cassazione hanno accolto in buona parte il ricorso del pm del tribunale di Milano contro lo 'sconto di pena' applicato dal gip a febbraio 2014.
PAGAMENTO DELLE SPESE PROCESSUALI. «Si annulla l'ordinanza impugnata»- si legge nel dispositivo depositato in cancelleria - «limitatamente al riconoscimento della continuazione tra i reati di estorsione e i restanti reati oggetto delle sentenze dell'8 marzo 2010 del gip del tribunale di Milano e del 7 giugno 2012 della Corte d'Appello di Milano, e si rinvia per nuovo esame al gip del tribunale di Milano. Si rigetta il ricorso di Corona Fabrizio che si condanna al pagamento delle spese processuali».
«Siamo in una situazione molto grave», ha spiegato il difensore Ivano Chiesa, «non ho altre parole per descrivere i 13 anni di galera per Fabrizio».
Nelle motivazioni, che saranno depositate entro marso, la Corte dovrebbe i motivi del provvedimento.
Stando a quanto chiarito dall'avvocato Chiesa, in sostanza, la Cassazione ha riconosciuto la continuazione tra le pene per le due condanne riportate, a seguito delle inchieste di Milano e Torino sui cosiddetti 'fotoricatti'.
Continuazione, invece, che non si può applicare tra le due condanne per estorsione e altre due sentenze: quella per aver corrotto una guardia carceraria, quando era detenuto nel 2007, per far entrare una macchina fotografica a San Vittore e realizzare un servizio fotografico e la condanna a 3 anni e 10 mesi per bancarotta fraudolenta documentale
IN CARCERE DA DUE ANNI. L'ex re dei paparazzi è recluso nel carcere milanese di Opera da circa due anni. In Cassazione è stato difeso dagli avvocati Chiesa e Gianluca Maris che hanno inviato i loro motivi di reclamo che sono stati discussi il 27 gennaio in camera di consiglio durante un'udienza non partecipata dai difensori in base alle norme di rito per i ricorsi inerenti il cumulo delle pene.
BELEN: «SE TUTTI FOSSERO STATI ZITTI NON SAREBBE ANDATA COSÌ». L'ex fidanzata di Corona, Belen Rodriguez, ha commentato in modo critico la decisione del tribunale. «Trovo che parlare di questo argomento a lui faccia davvero male. Se fossero stati tutti zitti, qualche sconto di pena forse l'avrebbe avuto», ha la showgirl detto durante un incontro stampa a Roma.

Correlati

Potresti esserti perso