Veronica Panarello Andrea 141207095117
GIUSTIZIA 2 Febbraio Feb 2015 1440 02 febbraio 2015

Omicidio Loris, il Riesame: «Veronica lucidissima assassina»

Il Riesame: «La donna ha simulato il rapimento a scopo sessuale del figlio».

  • ...

Veronica Panarello. Nel riquadro bianco Andrea Loris Stival.

Veronica Panarello, la donna accusata dell'omicidio del figlio Loris Stival, ha «una capacità elaborativa di una pronta strategia manipolatoria» e una «insospettabile tenuta psicologica» che supportano «il giudizio di elevatissima capacità criminale».
Lo scrive Tribunale del riesame nelle motivazioni sulla conferma dell'arresto della donna.
«AGGHIACCIANTE INDIFFERENZA». Veronica, «con agghiacciante indifferenza, ha agito da lucidissima assassina manifestando una pronta reazione al delitto di cui si è resa responsabile» con la «volontà di organizzare l'apparente rapimento del figlio Loris».
«SIMULATO IL RAPIMENTO A SCOPO SESSUALE». Secondo il Riesame, Veronica ha tenuto una «sconcertante glacialità nell'ordire la simulazione di un rapimento a scopo sessuale, una impressionante determinazione nel liberarsi del cadavere del figlio, scaraventandolo nel canalone per occultare lucidamente le prove del crimine».
«MENDACE ASSASSINA». Quando ha detto di avere accompagnato, il 29 novembre scorso, il figlio Loris a scuola a Santa Croce Camerina, Veronica è stata smentita dalla «evidenza delle immagini nitide» delle telecamere di sorveglianza, che «conclama il mendacio» della donna.
«RISCHIO DI RECIDIVANZA». Per i giudici, oltre al rischio di inquinamento delle prove, «sussiste il rischio di recidivanza» che emerge dallo strangolamento del figlio «soffocato con odiosissima crudeltà, senza pietà alcuna e con una totale incapacità di controllo della furia omicidiaria».

Correlati

Potresti esserti perso