Frontex 140822190026
DATI 4 Febbraio Feb 2015 1254 04 febbraio 2015

Frontex, nel 2014 arrivati 278 mila migranti irregolari

L'incremento è dovuto soprattutto ai rifugiati in fuga dalle guerre in Siria e in Iraq. La maggior parte arriva in aereo.

  • ...

Varsavia: la sede di Frontex, agenzia per il controllo delle frontiere esterne dell'Unione europea.

Sono 278 mila i migranti che hanno attraversato 'illegalmente' le frontiere dell'Unione europea nel 2014, due volte e mezzo rispetto al 2013, quando furono 107 mila, e circa il doppio del 2011, anno delle cosiddette primavere arabe, quando furono 141 mila. L'Italia ha registrato l'arrivo di 170.757 persone.
I dati sono stati pubblicati dall'agenzia Frontex: l'incremento, secondo l'agenzia, è legato soprattutto all'aumento delle persone in fuga da Siria e Iraq, a causa di quella che nel rapporto viene definita la peggiore crisi umanitaria per quanto riguarda i rifugiati dalla Seconda guerra mondiale.
L'ARRIVO IN AEROPORTO. La porta d'ingresso principale per i migranti nell'Unione europea, ha evidenziato Frontex, sono gli aeroporti internazionali: la maggior parte di coloro cha attualmente risiedono in Europa in modo illegale, infatti, sono entrati con documenti di viaggio validi e un visto, successivamente scaduti. Dei 170.757 migranti arrivati in Italia attraverso le rotte del Mediterraneo centrale la prima nazionalità è quella siriana (39.651 persone), seguita da quella eritrea (33.559 persone). Terzi i Paesi dall'area sub-sahariana (26.340 persone).
DALLA TURCHIA ALTRI 50 MILA ARRIVI. Altra importante via d'accesso è la rotta del Mediterraneo orientale, con cui si indica il passaggio dalla Turchia all'Unione europea via Grecia, Bulgaria o Cipro. In questo caso si parla di 50.831 migranti arrivati nel 2014. Anche qui, la prima nazionalità è quella siriana (31.670 persone). Le persone arrivate in Ue dai Balcani occidentali sono in tutto 43.357, e 22.059 sono provenienti dal Kosovo.

Correlati

Potresti esserti perso