Giordania Pilota 150204172831
TERRORISMO 4 Febbraio Feb 2015 2100 04 febbraio 2015

Isis, fonti curde: «La Giordania bombarda Mosul»

Testimonianze sulla reazione di Amman. Il mondo arabo condanna i terroristi.

  • ...

Il re di Giordania Abdullah II.

La Giordania passa all'attacco. Su Twitter account vicini ai Peshmerga curdi hanno reso noto che la Giordania ha bombardato Mosul, la 'capitale' del Califfato in Iraq, «uccidendo 55 membri dell'Isis tra cui un loro leader, Abu-Obida AL-Tunisian». La notizia non è verificabile. Altre fonti, sempre vicine ai curdi, parlano di 37 uccisi in raid condotti su «al-Kesk», una località nella zona ovest di Mosul.
RE ABDULLAH AVEVA MINACCIATO UNA «SEVERA RISPOSTA». Poco prima, il re Abdullah aveva minacciato una «severa risposta» per l'uccisione del pilota giordano, arso vivo dai terroristi dello Sato isalmico, «li colpiremo sul loro terreno». Un portavoce del governo di Amman, Mohammad al-Momani, aveva riferito che la Giordania «intensificherà gli sforzi per fermare l'estremismo, indebolire ed eventualmente finire l'Isis». Affermazioni che secondo responsabili Usa citati dalla Cnn vanno tradotte con la richiesta giordana di condurre più raid contro l'Isis.

Correlati

Potresti esserti perso