Boko Haram 140405082509
TERRORISMO 4 Febbraio Feb 2015 1830 04 febbraio 2015

Nigeria, uccisi 200 jihadisti di Boko Haram

Blitz di soldati del Ciad e di forze africane. Si teme massacro civili da parte dei miliziani islamisti.

  • ...

Nigeria: un terrorista di Boko Haram.

Sono oltre 200 i miliziani dei Boko Haram rimasti uccisi nell'offensiva lanciata contro di loro tra la città nigeriana di Gamboru e quella di Fotokol in Camerun. Una feroce battaglia che ha visto contrapporre nelle ultime 24 ore i jihadisti al contingente ciadiani delle forze internazionali africane schierante nella zona (da settimane impegnate in una strenua difesa della località, ritenuta strategica per il controllo delle strade da e verso la Nigeria), aiutate dai soldati camerunensi e dall'aviazione nigeriana.
I militari di N'Djamena hanno reso noto che nella mattina di mercoledì 4 febbraio centinaia di miliziani, dopo avere abbandonato Gamboru, hanno attraversato il confine e lanciato un attacco a Fotokol. Ma secondo fonti concordanti, nell'attacco contro la città i jihadisti hanno trovato la fortissima resistenza dei militari, che hanno ripreso alla fine il pieno controllo dell'area.
UCCISI TRE SOLDATI CAMERUNENSI E 9 DEL CIAD. Il sito panafricano Koaci ha scritto che almeno tre soldati camerunesi sono rimasti uccisi negli scontri. I reparti del Ciad avrebbero invece perso almeno nove soldati. Testimoni hanno raccontato di dozzine di cadaveri di presunti terroristi lungo le strade di Fotokol. E all'orrore si aggiunge altro orrore.
NOTIZIE DI MASSACRI DI CIVILI DA PARTE DI BOKO HARAM. Nella città girano infatti notizie incontrollate - almeno al momento - di massacri di civili che i miliziani islamici avrebbero compiuto nel loro tentativo di avanzata. Le vittime civili sarebbero state in maggioranza sgozzate nelle moschee, in abitazioni e lungo le strade. I jihadisti, nella loro azione, sarebbero stati agevolati dal fatto che i militari camerunesi e ciadiani, contrattaccando, avrebbero conquistato terreno lasciando però scoperte le retrovie. Le autorità del Camerun stanno cercando ora di appurare la nazionalità dei miliziani uccisi. Si tenta, in particolare, di verificare le notizie secondo le quali nelle file di Boko Haram, oltre a nigeriani, combattano «mercenari» libici, combattenti dell'Azawad (la regione del nord maliano che reclama l'indipendenza da Bamako) e sudanesi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso