Nisman Fronte 150205193441
GIALLO 5 Febbraio Feb 2015 1934 05 febbraio 2015

Argentina, caso Nisman: mistero sulla foto con un buco in fronte

L'ex moglie ha ricevuto l'immagine prima della morte del procuratore.

  • ...

La foto modificata del settimanale Noticias.

Un fotomontaggio che fa rabbrividire. L'ex moglie di Alberto Nisman ha dichiarato alla giustizia che qualche giorno prima della morte del procuratore aveva ricevuto via WhatsApp un'immagine truccata di una rivista nella quale il pm compariva con un colpo di pistola in fronte. A raccontarlo agli inquirenti è stata Sandra Salgado, anch'essa magistrato e madre delle due figlie del pm. Rivelazioni che aggiungono ancora più orrore, e incognite, al 'dossier Nisman', in un paese sotto choc per la morte del procuratore, il cui corpo senza vita è stato trovato nel suo appartamento con un colpo di pistola alla testa.
SUPER-SPIA NEL MIRINO. Il 5 febbraio i riflettori sono rimasti puntati anche su Antonio Stiuso, fino a pochi giorni fa l'uomo più potente dell'intelligence argentina. Le autorità hanno chiesto che Stiuso dichiari quanto sa in merito alla morte di Nisman, che indagava da anni sull'attentato antiebraico dell'Amia nel 1994 e che poche ore dopo essere trovato morto intendeva accusare formalmente la presidente Cristina Fernandez de Kirchner e altri funzionari di aver negoziato in segreto con Teheran per garantire l'impunità di dirigenti iraniani imputati per l'attentato all'Amia nel 1994.
MIA FARROW SFIDA IL GOVERNO. Un altro nuovo fronte di un caso destinato a rimanere in primo piano per molto tempo è quello del botta e risposta tra l'attrice Mia Farrow e il governo. Su Twitter, Farrow aveva sostenuto che «a quanto pare la presidente argentina non ha solo coperto l'attentato, ma ha anche ucciso il procuratore». A stretto giro, il governo ha accusato l'attrice di essere «disinformata», chiedendole di verificare quanto fatto in questi anni «da una leader mondiale» quale la presidente a favore «della giustizia e dei diritti umani».
IMMAGINE MODIFICATA. Ma ad attirare l'attenzione dei media sono in queste ore proprio le rivelazioni della ex moglie di Nisman. Rientrata a Buenos Aires dall' Europa, dove si trovava in viaggio, subito dopo aver saputo della morte dell'ex marito, Salgado ha parlato per ore davanti agli inquirenti. Nella sua ricostruzione, ha tra l'altro raccontato che mentre era all'estero aveva chiesto sia a Nisman sia al suo attuale compagno di inviarle via WhatsApp le immagini del settimanale Noticias uscito il 16 gennaio: il venerdì precedente quindi al fine settimana della morte di Nisman. Il titolo di copertina di Noticias era 'I segreti del procuratore che vuole condannare Cristina'. E l'immagine con Nisman pubblicata in una pagina del servizio ricevuta dalla Salgado - ha precisato la donna - era stata falsata: sulla fronte del pm compariva un piccolo circolo nero, come se fosse appunto il foro di un colpo di pistola. In quel momento la donna non aveva dato importanza al fatto, anche a causa di altre minacce ricevute in passato da Nisman. Poi, dopo la tragica fine dell'ex marito, ha deciso di raccontare tutto ai magistrati.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso