ORRORE 5 Febbraio Feb 2015 1122 05 febbraio 2015

Isis, bimbi decapitati, crocifissi e sepolti vivi

Gravi violenze sui piccoli delle minoranze etniche in Iraq. Le svela un rapporto dell'Onu. Foto.

  • ...

L'Isis uccide, tortura e violenta sistematicamente bambini e famiglie di gruppi minoritari in Iraq: yazidi, cristiani, ma anche musulmani sciiti e sunniti. È quanto emerso da un rapporto dell'Onu pubblicato a Ginevra.
I bambini, riporta il documento, in molti casi vengono anche «crocifissi», «decapitati» e «sepolti vivi» (guarda le foto). Alcuni di loro vengono utilizzati in attacchi suicidi, mentre le bambine sono vendute come schiave sessuali.
APPELLO AL GOVERNO. Il comitato delle Nazioni unite sui diritti dei bambini ha lanciato un appello affinchè le forze di governo irachene si impegnino maggiormente per proteggere i bambini e le loro famiglie.
Il rapporto cita «molti casi di esecuzioni di massa di bambini, così come notizie di decapitazioni, crocifissioni di bambini e sepolture di bambini vivi».
BAGHDAD CHIEDE PIÙ ARMI ALL'OCCIDENTE. Il governo iracheno ha chiesto ripetutamente di avere più armi dall'occidente e un maggiore addestramento delle sue forze.
Da parte sua, l'agenzia dell'Onu ha esortato a fare di più, sottolineando che l'Iraq deve «prendere tutte le necessarie iniziative per assicurare la sicurezza e la protezione dei bambini e delle loro famiglie».
L'esperta del comitato, Renate Winter, ha spiegato: «Bimbi appartenenti alle minoranze sono stati catturati in tante località, venduti al mercato come schiavi con tanto di etichette col prezzo su di loro. Abbiamo avuto notizia di bambini, soprattutto bambini con problemi mentali, utilizzati come kamikaze, probabilmente senza che nemmeno possano capire cosa succede. C'era un video, online, che mostrava bambini molto giovani, intorno agli otto anni o più piccoli, addestrati per diventare bambini soldato».

Correlati

Potresti esserti perso