Jens Stoltenberg 150205092934
TENSIONE 5 Febbraio Feb 2015 0925 05 febbraio 2015

Ucraina, Stoltenberg: «La Nato si rafforza per rispondere alla Russia»

Il segretario dell'Alleanza atlantica conferma la strategia difensiva. E svela: «Putin ignora la legge».

  • ...

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg.

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg lancia l'allarme sull'Ucraina.
«La violenza continua a peggiorare e la Russia continua a ignorare la legge internazionale e a sostenere i separatisti fornendo armi sofisticate, addestramento e forze», ha detto il numero uno dell'Alleanza atlantica arrivando nel quartier generale della Nato per la riunione dei ministri della Difesa in cui l'Italia è rappresentata da Roberta Pinotti.
LA NATO SI RAFFORZA. L'Alleanza, infatti, ha intenzione di rafforzare il proprio sistema di difesa collettiva per «rispondere alle minacce a Est e Sud» e la riunione di giovedì 5 febbraio deve dare il via libera a un aumento nella Forza di risposta della Nato (Nrf) «da 13mila a 30mila soldati» e per una forza di intervento rapido (spearhead) «da 5 mila soldati».
PRESSING SU MOSCA. Per Stoltenberg, il rafforzamento non è una escalation, ma «una risposta alle azioni aggressive della Russia» e «risponde ai nostri obblighi di difesa collettiva».
Prima dell'inizio del vertice, il numero uno della Nato ha confermato che alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco incontrerà il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov al quale tornerà a ripetere l'appello a «ritirare le forze dall'Ucraina, rispettare gli accordi di Misnk e esercitare pressione sui separatisti».
Intanto il presidente francese, François Hollande, ha annunciato di avere in programma per il pomeriggio del 5 febbraio un viaggio a Kiev insieme alla cancelliera tedesca, Angela Merkel. Mentre il 6 va a Mosca per una «nuova proposta di risoluzione» del conflitto in Ucraina.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso