Papa Francesco 150207131815
APPELLO 7 Febbraio Feb 2015 1230 07 febbraio 2015

Expo 2015, papa Francesco: «Questa economia uccide»

Videomessaggio di Bergoglio all'Hangar Bicocca: «C'è cibo per tutti, ma lo spreco e lo scarto sono sotto i nostri occhi».

  • ...

Prove generali di Expo a Milano.
Il 7 febbraio all'Hangar Bicocca, 500 esperti hanno parlato del tema scelto per l'esposizione universale: Nutrire il pianeta - Energia per la vita.
E per l'occasione, papa Francesco è intervenuto con un videomessaggio e ha ricordato che «oggi, nonostante il moltiplicarsi delle organizzazioni e i differenti interventi della comunità internazionale sulla nutrizione, viviamo quello che il santo papa Giovanni Paolo II indicava come 'paradosso dell'abbondanza'».
Infatti, «c'è cibo per tutti, ma non tutti possono mangiare. Mentre lo spreco, lo scarto, il consumo eccessivo e l'uso di alimenti per altri fini sono davanti ai nostri occhi. Questo è il paradosso!».
URGE UN CUORE CARITATEVOLE. Secondo il Santo Padre occorre avere «uno sguardo e un cuore orientati» con decisione a «risolvere le cause strutturali della povertà. Ricordiamoci che la radice di tutti i mali è l'iniquità».
Il pontefice quindi ha ribadito: «No a un'economia dell'esclusione e dell'iniquità. Questa economia uccide».
La Terra che è madre per tutti, ha ricordato Jorge Mario Bergoglio, «chiede rispetto e non violenza o peggio ancora arroganza da padroni». Bisogna «riportarla ai nostri figli migliorata, custodita, perché è stato un prestito che loro hanno fatto a noi».
APPELLO AI POLITICI. Davanti a questa situazione problematica, papa Francesco ha rivolto un appello alla classe politica: «Da dove deve partire una sana politica economica?». «Su cosa s'impegna un politico autentico?». «Quali i pilastri di chi è chiamato ad amministrare la cosa pubblica?».
La risposta è precisa: «La dignità della persona umana e il bene comune». Purtroppo «questi due pilastri che dovrebbero strutturare la politica economica, sembrano appendici aggiunte dall'esterno».
Il Santo Padre ha chiesto ai politici di essere «coraggiosi» e di non aver timore di farsi «interrogare nei progetti politici ed economici da un significato più ampio della vita».

Le Idee di Expo per creare la Carta di Milano

Giuliano Pisapia, sindaco di Milano.

L'obiettivo delle Idee di Expo (questo il titolo dell'appuntamento) era quello di gettare le basi per la Carta di Milano che dovrebbe diventare una sorta di protocollo di Kyoto sul cibo: un impegno per ridurre gli sprechi e combattere la fame nel mondo.
Il testo sarà consegnato il 16 ottobre al segretario generale dell'Onu Ban-ki Moon all'Expo.
Al primo appuntamento ufficiale di Expo hanno partecipato ministri e rappresentanti da tutto il mondo: 500 esperti, 42 tavoli di lavoro, una dozzina di ministri e il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.
PISAPIA: «VI STUPIREMO». Durante il mega-convegno è intervenuto anche Giuliano Pisapia. Il sindaco di Milano ha rivolto un augurio-promessa: «Non solo non vi deluderemo con Expo, ma vi stupiremo. Oggi (7 febbraio, ndr) ci sarà un ulteriore e decisivo passo avanti sui temi della manifestazione. È un imponente momento di riflessione collettiva. Una tappa fondamentale a 83 giorni dall’evento».
Poi l'intervento del governatore lombardo, Roberto Maroni: «Expo è una grande sfida, ma siamo riusciti e riusciamo a lavorare assieme. Tutte le istituzioni, non avviene spesso in Italia».

Tweet riguardo #ExpoIdee

Articoli Correlati

Potresti esserti perso