Hacker 130424140437
RAPPRESAGLIA 8 Febbraio Feb 2015 1748 08 febbraio 2015

Anonymous contro l'Isis: bloccati account jihadisti

Gli hacker hanno chiuso profili Facebook e Twitter collegati ai terroristi.

  • ...

I primi attacchi informatici di Anonymous risalgono al 2006.

Anonymous ha spento centinaia di account Twitter e Facebook di presunti appartenenti all'Isis e pubblicato indirizzi ip e web della galassia jihadista. «Sarete trattati come un virus, e noi siamo la cura», hanno detto in un video pubblicato il 6 febbraio. La campagna per 'spegnere' la galassia jihadista sul web è partita dopo la strage di Charlie Hebdo.
«SIAMO MUSULMANI, CRISTIANI, EBREI». «L'Operazione Isis continua», recita il comunicato pubblicato oggi dal collettivo di hacktivisti. «Siamo musulmani, cristiani, ebrei.... i terroristi che si definiscono Stato islamico non sono musulmani». L'operazione è stata annunciata il 9 gennaio, all'indomani della strage di Charlie Hebdo: «Attaccheremo e metteremo offline tutti i siti della galassia jihadista».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso