Pecoraro 141031192323
POLEMICA 9 Febbraio Feb 2015 2119 09 febbraio 2015

Roma, zona a luci rosse: no del prefetto

Pecoraro: «Sarebbe favoreggiamento della prostituzione. Servono nuove regole al posto della legge Merlin».

  • ...

Giuseppe Pecoraro, prefetto di Roma.

Il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro ha detto no alle zone a luci rosse nella Capitale. «Non si possono fare, perché significherebbe ammettere la prostituzione, cioè dire che la prostituzione è lecita», ha spiegato a margine del Consiglio straordinario sulla sicurezza. «Nel momento in cui si indicano delle zone significa favoreggiamento, cioè indurre a fare prostituzione in quelle zone».
Secondo Pecoraro per cambiare questa situazione «servirebbe una legge diversa. È una materia molto delicata per cui servirebbe sicuramente un dibattito in parlamento e in commissione parlamentare per arrivare a una normativa che modifichi la legge Merlin».
OSSERVATORE ROMANO CRITICO. Nei giorni scorsi il presidente del IX Municipio, Andrea Santoro, aveva annunciato la creazione di zone a luci rosse nel quartiere Eur ad aprile. Contro questa proposta si è scagliato anche l'Osservatore Romano, organo ufficioso della Città del Vaticano, che ha affermato: «Indigna la decisione di istituire aree a 'luci rosse' nel quartiere Eur di Roma» proprio negli stessi giorni in cui si celebra la prima giornata mondiale contro la tratta di esseri umani.

Correlati

Potresti esserti perso