Svizzera Claude Alain 140210165202
ESTERI 11 Febbraio Feb 2015 1635 11 febbraio 2015

Immigrazione, stretta del governo svizzero

Un rigido progetto di legge dell'esecutivo propone tetti massimi e ingressi contingentati nel Paese.

  • ...

Claude Alain Voiblet.

Tetti massimi e ingressi contingentati annualmente per tutti gli stranieri in Svizzera, con priorità ai lavoratori già presenti nel Paese.
Stretta sul tema da parte del governo federale in un progetto di legge per rispondere al referendum sull'immigrazione del febbraio 2014. A renderlo noto il Corriere del Ticino.
TETTI PER SOGGIORNI BREVI. I tetti massimi si applicano ai soggiorni di lavoro brevi di oltre quattro mesi e riguardano anche i frontalieri, i familiari, gli immigrati senza lavoro, i rifugiati e chi è ammesso nel paese a titolo provvisorio.
L'esecutivo vuole fissare sia i tetti massimi sia i contingenti.
MANDATO PER RINEGOZIARE SCHENGEN. Il governo federale ha anche approvato il mandato per rinegoziare con l'Unione europea l'accordo di libera circolazione delle persone, che non prevede limiti di questo tipo.
I media locali hanno aggiunto che dopo il recente viaggio a Bruxelles della presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga il governo elvetico non ha cambiato posizione.
Nonostante il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker abbia spiegato chiaramente che l'Ue rifiuta qualsiasi modifica sul Trattato di libera circolazione delle persone, che non prevede nessun limite.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso