INCIDENTI SADO 12 Febbraio Feb 2015 1618 12 febbraio 2015

''50 sfumature'', l'eros spinto può portare in ospedale

Nei cinema esce il film. Ma l'emulazione è pericolosa: tutte le storie di festini rovinati, coppie incastrate, acrobazie fallite. I pompieri inglesi: non fatelo. Foto.

  • ...

Bondage, sottomissioni, frustini e manette.
O semplicemente il classico «famolo strano» (guarda le foto).
Tra gli effetti collaterali di 50 sfumature di grigio ci potrebbe essere anche quello di aver ispirato single e coppie a sperimentare rapporti intimi un po’ più... vivaci.
Con esiti imprevedibili, e a volte ben diversi da quelli sperati.
Se infatti il protagonista dell’acclamato romanzo ora al cinema, Christian Grey, può fare affidamento su una vasta serie di attrezzature e un’altrettanto ampia esperienza, gli esperimenti fai da te possono portare in ospedale, più che in camera da letto.
VIGILI INGLESI IN ALLARME. I vigili del fuoco in Gran Bretagna hanno lanciato una campagna di prevenzione perché temono un aumento di 'incidenti con le manette' causato dal desiderio di emulazione.
Un fenomeno che si era verificato già dopo l'uscita del libro.
Nel 2014 ci sono state 472 telefonate ai pompieri di persone rimaste coinvolte in «situazioni compromettenti», hanno riferito i vigili all'Independent, sottolineando che il numero aumenta di anno in anno.
SOCCORSI PER 500 MILA EURO. Come salgono i costi di queste 'operazioni di soccorso' a carico dei contribuenti di Sua Maestà: negli ultimi tre anni per salvare gli inglesi dalle loro acrobazie sessuali sono state spese circa 400 mila sterline (oltre 500 mila euro).
È anche per questo che i vigili del fuoco hanno creato il piano 50 sfumature di rosso, per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla pericolosità di certi giochi e «incoraggiare la gente a pensarci bene prima di mettersi in situazioni equivoche».
LA 'AMAZZONE' È PERICOLOSA. Anche perché, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Advances in Urology, per cui sono stati analizzati 44 casi in tre ospedali della città di Campinas, in Brasile, una delle posizioni più comuni, quella dell’amazzone (lei sopra), è anche la più pericolosa.

Fermo: incastrati a ventosa mentre facevano sesso in mare

Emulare 50 sfumature di grigio può essere pericoloso.

Basta sfogliare le pagine di cronaca per rendersi conto che le notizie di rapporti finiti con il ricorso alle cure mediche non sono poi così rari.
Nell’ottobre 2014 una giovane coppia di Fermo ha deciso di approfittare di una delle ultime giornate di bel tempo per fare un tuffo in mare.
Spiaggia deserta, una volta in acqua ne hanno approfittato per concedersi un rapporto sessuale completo.
ASCIUGAMANI E AIUTO. Il problema è sorto quando è arrivato il momento di tornare in spiaggia: erano rimasti incastrati, complice un inatteso effetto ventosa.
I due hanno dovuto attendere l’arrivo di una ragazza che passeggiava in spiaggia per farsi passare gli asciugamani.
Raggiunta la spiaggia, hanno chiamato un medico che li ha portati al pronto soccorso, dove alla donna è stato iniettato un farmaco normalmente usato per dilatare l’utero durante il parto.
FESTINO A TRE FINITO MALE. A Sassoferrato, nell'agosto 2014, una coppia sposata sui 40 anni aveva deciso di ravvivare l’intesa con un festino a tre.
Per l’occasione avevano invitato a casa un uomo di 48 anni, ma qualcosa è andato storto: proprio quando l’atmosfera si era fatta calda, i due uomini hanno avuto un inconveniente che li ha costretti a correre in ospedale per affidarsi alle cure mediche.
DUE ANZIANI TROPPO FOCOSI. In un altro caso finito sulle pagine dei giornali i protagonisti erano stati due anziani, circa 70 anni lui, 10 di meno lei, di Santa Croce sull’Arno, in provincia di Pisa.
Si sono incontrati a casa di lei, hanno bevuto parecchio alcol e poi sono usciti per comprare le sigarette. Si sono quindi fermati di fronte a un bar con distributore automatico di 'bionde' quando lei, presa dalla passione, si è inginocchiata.
Una volta entrati nel bar per farsi cambiare i soldi, le loro effusioni spinte hanno fatto sì che la barista li invitasse a uscire: a questo punto però la signora è scivolata e ha sbattuto violentemente la testa contro un'auto.
Trasportata all’ospedale San Giuseppe di Empoli, è stata messa sotto osservazione. Per entrambi invece è scattata la denuncia per atti osceni in luogo pubblico.

Un infarto a Venezia assieme al transessuale

Una delle posizioni più pericolose è quella dell'amazzone (lei sopra).

Sesso a rischio anche per un 53enne di Venezia.
Nel dicembre 2014 stava consumando un rapporto con un transessuale di 40 anni, proprietario dell’appartamento in cui si trovavano, quando ha avuto un forte dolore al petto ed è svenuto.
Immediata la corsa in ospedale, dove è stato ricoverato per infarto.
FRITTATA E SESSO ORALE. E a proposito di storielle circolate sul web, ogni tanto ne ritorna una riportata per la prima volta nel 2008 da un quotidiano locale: i fatti sarebbero accaduti nella cucina di una coppia di Gassino Torinese.
Lui stava cucinando una frittata mentre lei gli praticava del sesso orale. Probabilmente distratto da questa attività, l’uomo ha girato male la frittata, che è finita sulla schiena della donna, ustionandola.
Lei, per reazione, ha serrato i denti, morsicando il pene del partner che le ha dato una padellata in testa.
Inevitabile la corsa al pronto soccorso, lui per farsi medicare la ferita, lei per ustioni di primo e secondo grado e una lieve contusione.

Ad Atene troppa veemenza in un giochino anale

Nel 2014 in Gran Bretagna ci sono state 472 telefonate ai pompieri di persone rimaste coinvolte in «situazioni compromettenti».

Incontri erotici finiti male non mancano nemmeno all’estero.
Nel novembre 2014 un uomo è stato costretto a correre in ospedale ad Atene dopo che il gioco erotico che stava usando durante un menage con la sua fidanzata, probabilmente con un po’ troppa veemenza, gli è rimasto incastrato nel retto.
I medici sono stati costretti a operarlo per estrarre il corpo estraneo.
ACROBAZIE? SCHIENA BLOCCATA. Sfortunato anche l’imprenditore russo Bakhtiyar Salimov, 45 anni: nel tentativo di fare sesso acrobatico con la compagna, la ballerina Anastasia Volochkova, 38 anni, è rimasto con la schiena completamente bloccata.
La danzatrice del Bolshoi ha raccontato che lo stavano facendo per la seconda volta lo stesso giorno, quando all'improvviso il compagno si è paralizzato, incapace di muoversi.
Allertati i soccorsi, è arrivata l’ambulanza che ha portato l’uomo in ospedale.
MEGLIO NON FARLO CON LA NEVE. Un senzatetto inglese di 64 anni, tale Kenneth Guillespie, nel gennaio 2013 ha provato a simulare un rapporto con un pupazzo di neve, senza considerate però il rischio di congelamento: è stato accompagnato di corsa al pronto soccorso dove i medici sono riusciti a evirare (pardon, evitare) il peggio.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso