LUTTO 14 Febbraio Feb 2015 1820 14 febbraio 2015

Morto Michele Ferrero

L'industriale, proprietario dell'omonimo gruppo dolciario, scomparso a Monaco. Aveva 89 anni. Le sue creazioni (foto).

  • ...

L'industria italiana piange uno dei suoi grandi protagonisti. È morto nel pomeriggio di sabato 14 febbraio a Montecarlo, dopo mesi di malattia, Michele Ferrero, 89 anni, proprietario dell'omonimo gruppo dolciario.
La notizia è stata resa nota dalla stessa azienda di Alba, dove verrà allestita la camera ardente. Non è ancora stata resa nota la data dei funerali.
ARTEFICE DEL BOOM DELL'AZIENDA FONDATA DAL PADRE. Nato a Dogliani il 26 aprile 1925, Michele Ferrero è stato l'artefice dello sviluppo - in Italia e all'estero - dell'azienda fondata dal padre Pietro nel 1946.
Sotto la sua direzione l'azienda della Nutella è infatti diventata uno dei principali gruppi dolciari a livello mondiale, presente in 53 Paesi con oltre 34 mila collaboratori e 20 stabilimenti produttivi e 9 aziende agricole. E sempre per suo volere nasce, nel 1983, la Fondazione Ferrero, che oltre ad occuparsi degli ex dipendenti promuove iniziative culturali e artistiche.
«Lavorare, creare, donare», le tre parole che compaiono nel logo della Fondazione del Gruppo, nel Dna del quale è impressa la responsabilità sociale, un valore su cui Michele Ferrero ha insistito per tutta la vita. Fino all'ultimo Michele è stato assistito dalla moglie, Maria Franca, e dal figlio Giovanni, al vertice del Gruppo come unico amministratore delegato dopo la morte nel 2011 del fratello Pietro.
PATRIMONIO STIMATO IN 23,4 MLD: ERA L'ITALIANO PIÙ RICCO. Ferrero era considerato l'italiano più ricco: secondo la classifica 2014 dei primi 100 miliardari del Billionaire index di Bloomberg, il suo patrimonio ammontava a 23,4 miliardi di dollari. La graduatoria metteva l'inventore della Nutella e del cioccolato Kinder nella 30esima posizione della graduatoria mondiale.

Le condoglianze di Mattarella e Renzi

Anche Sergio Mattarella ha ricordato Michele Ferrero. «Ho appreso con commozione la notizia della scomparsa di Michele Ferrero, imprenditore di razza, conosciuto e apprezzato in Italia e all'estero. Ferrero è stato per lunghissimi anni un protagonista dell'industria italiana, riuscendo a essere sempre al passo con i tempi grazie a prodotti innovativi e al suo lavoro tenace e riservato». «L'Italia lo ricorda con riconoscenza, anche per l'opera di sostegno e promozione della cultura», ha scritto il presidente della Repubblica in un comunicato di cordoglio inviato alla famiglia.
RENZI: «UN INNOVATORE». Profondo cordoglio alla famiglia per la scomparsa di Michele Ferrero è stato espresso anche dal premier Matteo Renzi. «Un innovatore, un grande italiano che ha portato a testa alta nel mondo la creatività, il talento la qualità, la capacità imprenditoriale del nostro Paese», dice Renzi.
GIANNINI: «PUNTO DI RIFERIMENTO PER L'INDUSTRIA». La scomparsa di Michele Ferrero «priva l'industria italiana di una figura di primario riferimento e di un modo di fare impresa che ha sempre messo la centro della sua iniziativa la persona e la sua formazione», ha affermato il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini. «In questo triste momento», ha aggiunto il ministro, «voglio ricordare l'importante rapporto di collaborazione che si è instaurato tra il Miur e la Ferrero e che in questi ultimi mesi, insieme al Coni, si è tradotto in un protocollo per incentivare l'attività sportiva nelle scuole italiane e la corretta alimentazione dei ragazzi».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso