Ospedale Garibaldi 150214132552
CASO 15 Febbraio Feb 2015 1348 15 febbraio 2015

Neonata morta, pm: «Nessun nome per gli indagati»

Salvi: «Prima gli avvisi di garanzia. L'ambulanza era idonea al trasporto neonatale».

  • ...

L'esterno dell'ospedale Garibaldi di Nesima a Catania in un'immagine d'archivio.

Nuovi svluppi sul caso della morte della piccola Nicole, la neonata vittima di una grave crisi respiratoria e morta in ambulanza mentre veniva trasportata d'urgenza a Ragusa, perché i tre ospedali di Catania non avevano posti liberi per lei.
Secondo il procuratore di Catania «non si possono comunicare i nomi degli indagati perché dovranno ricevere informazione di garanzia».
«AMBULANZA IDONEA PER TRASPORTO NEONATALE». Per Giovanni Salvi nel pomeriggio del 16 febbraio sarà conferito «l'incarico di consulenza tecnica medico legale sulla salma» che sarà composto da «un medico legale, da un ginecologo e da uno specialista di neonatologia e rianimazione».
Per Salvi le caratteristiche dell'ambulanza che ha curato il trasporto di Nicole da Catania all'Utin dell'ospedale di Ragusa «sono risultate idonee al trasporto in rianimazione neonatale» e «il mezzo è stato presidiato da medici rianimatori».
MAMMA: «ABBIAMO PIANTO TUTTA LA NOTTE». La madre della piccola ha postato su Facebook un messaggio per la figlia: «Io e tuo papà abbiamo pianto tutta notte, poi ci siamo addormentati un po' con la tua camicetta in mezzo a noi».

Correlati

Potresti esserti perso