Ilaria Alpi 150217154340
GIALLO 19 Febbraio Feb 2015 1335 19 febbraio 2015

Ilaria Alpi, carabinieri acquisiscono intervista del supertestimone

I militari hanno recuperato una copia del video dove Ali Rage ha detto di aver accusato dell'omicidio un innocente.

  • ...

Nata a Roma il 24 maggio 1961, Ilaria Alpi è stata uccisa Mogadiscio il 20 marzo 1994.

Continua il giallo sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, uccisi in Somalia nel 1994.
I carabinieri del Ros, su delega della procura di Roma, hanno acquisito nella redazione di Chi l'ha visto? copia dell'intervista, andata in a Ahmed Ali Rage, soprannominato Jelle, supertestimone nel processo per l'omicidio della giornalista del Tg3 e dell'reporter che era con lei.
L'uomo ha detto di aver mentito, accusando del duplice delitto un innocente.
ACCUSATO HASSAN. Ahmed Ali Rage, soprannominato Jelle, irreperibile per l'Italia, raggiunto dall'inviata di Chi l'ha visto?, ha raccontato di aver accusato del duplice omicidio un innocente, Omar Hashi Hassan, condannato all'ergastolo e tuttora detenuto in Italia. Jelle indicò il giovane Omar Hashi Hassan durante un interrogatorio, ma poi non si presentò a deporre al processo e fuggì all'estero, senza neppure prendere il denaro.
Jelle ha sostanzialmente confermato che in carcere vi sarebbe, dunque, un innocente e non il vero colpevole del duplice delitto.
TESTIMONIANZA DI HASSAN. Nel corso della trasmissione è stata diffusa anche una testimonianza di qualche anno fa di Hassan, raccolta in carcere, il quale ha ribadito la sua innocenza e ha detto di non aver mai visto, neppure al processo il suo accusatore.
La madre di Ilaria Alpi ha detto che le dichiarazioni di Jelle sono la conferma dei depistaggi che vi sarebbero stati negli anni intorno alla vicenda dell'omicidio della figlia e di Hrovatin.
Arrestato e rinviato a giudizio, Hassan è stato assolto in primo grado, condannato all'ergastolo in appello e quindi a 26 anni definitivamente in Cassazione. Hassan sta scontando la pena nel carcere di Padova.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso