Obama Summit 150219170915
TERRORISMO 19 Febbraio Feb 2015 1656 19 febbraio 2015

Isis, Obama: «Uniti per combatterlo, colpevole di genocidio»

Il presidente degli Stati Uniti: «Il mondo è sotto choc. Violenza inspiegabile su bambini, donne e minoranze religiose».

  • ...

Obama al summit di Washington contro l'estremismo violento.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha accusato l'Isis di «genocidio».
«Bisogna restare uniti nel combattere la piaga del terrore», ha detto Obama a Washington rivolgendosi ai rappresentanti di almeno 60 Paesi, riuniti per un summit sulla lotta all'estremismo violento.
Quella del califfato è una «violenza inspiegabile che sciocca il mondo intero, commessa anche su bambini, donne e minoranze religiose», ha proseguito Obama.
«POVERTÀ E OPPRESSIONE ALIMENTANO IL TERRORE». Per sconfiggere l'estremismo secondo il presidente Usa bisogna combattere la povertà e l'oppressione: «è anche questo che alimenta la violenza degli estremisti. Quando le persone sono oppresse e i loro diritti umani vengono negati, quando regna l'intolleranza e il dissenso viene messo a tacere, tutto questo alimenta l'estremismo violento. Quando la gente è libera di praticare la propria fede, questo aiuta a tenere società diverse insieme».
«SIAMO TUTTI SULLA STESSA BARCA». Il leader della Casa Bianca ha chiuso il suo intervento con un appello all'inclusione: «Siamo tutti sulla stessa barca. Aiutiamoci l'uno con l'altro».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso