Pick Dell Isis 150218221041
ATTENTATO 20 Febbraio Feb 2015 1112 20 febbraio 2015

Libia, autobomba nell'Est: vittime e feriti

Tre esplosioni ad Al Qubah: una ha colpito un edificio dei servizi di sicurezza. L'Isis rivendica l'attacco.

  • ...

Pick up dell'Isis sfilano in Libia.

Tre autobomba sono esplose il 20 febbraio ad Al Qubah, una cittadina nell'Est della Libia causando danni e «47 morti e 80 feriti» secondo hanno riferito fonti dell'ospedale 'al Bayda' della cittadina.
L'Isis ha rivendicato il triplo attacco: lo riferiscono fonti libiche citando «un comunicato» dello Stato islamico.
DUE KAMIKAZE IN AZIONE. Il comunicato che rivendica gli attentati ad Al Qubah ha precisato che l'azione è stata condotta da «due cavalieri». Il testo è rilanciato da un tweet accreditato da media libici. Il network dell'Isis ha pubblicato le foto dei due kamikaze e una dell'esplosione in città.
«L'ISIS: CI VENDICHIAMO DEL GOVERNO». «Questo è per vendicare le nostre famiglie musulmane della città di Derna e per vendicarsi del governo di Tobruk che cospira per ucciderle», afferma la rivendicazione dell'Isis per gli attentati. «Si tratta di un messaggio a tutti coloro che pensano di aggredire i soldati dello Stato islamico e in generale tutti i musulmani», aggiunge il testo che chiede a Dio di «accogliere i soldati» dell'Isis e le «nostre famiglie musulmane, considerandole come martiri».
COLPITO UN EDIFICIO DI SICUREZZA. Una delle esplosioni ha colpito un edificio dei servizi di di sicurezza, hanno precisato le fonti. E il bilancio potrebbe aggravarsi dato che 26 feriti vengono definiti in «condizioni molto gravi». Al Qubah si trova ad una quarantina di chilometri ad Ovest di Derna, la città trasformata in Califfato da jihadisti affiliatisi all'Isis.
COPRIFUOCO ISIS A SIRTE. L'Isis ha nel frattempo imposto un 'coprifuoco' a Sirte, la città che controlla sull'omonimo golfo,secondo fonti libiche.
Il 19 febbraio i media libici avevano confermato che la città è sotto il «completo controllo» dei jihadisti che, oltre edifici governativi, hanno preso anche l'università e compiuto una «parada» di pickup pesantemente armati.
Il sito di Al Arabiya ha citato testimoni per riferire che l'Isis ha preso possesso del centro convegni 'Ougadougou' dove l'allora leader Muammar Gheddafi organizzava stravaganti summit africani e arabi.

Correlati

Potresti esserti perso