Papa Francesco 150207131646
SFERZATA 20 Febbraio Feb 2015 1215 20 febbraio 2015

Papa Francesco: «Far lavorare in nero è un peccato gravissimo»

Il pontefice: «No a offerte per la Chiesa per coprire le ingiustizie con i dipendenti».

  • ...

Papa Francesco.

Nuova presa di posizione di papa Francesco, stavolta contro una piaga del mondo dell'occupazione: il lavoro irregolare.
«Non puoi fare offerte alla Chiesa sulle spalle dell'ingiustizia che fai con i tuoi dipendenti. È un peccato gravissimo: è usare Dio per coprire l'ingiustizia», ha detto il pontefice durante la messa a Casa Santa Marta..
E ancora: «Se uno va a messa la domenica e fa la comunione, gli si può chiedere: 'Com'è il rapporto con i tuoi dipendenti? Li paghi in nero? Paghi il salario giusto? Versi i contributi per la pensione?».
«CRISTIANI SIANO COERENTI CON AMORE DI DIO». I cristiani, specie in Quaresima, sono chiamati a vivere coerentemente l'amore a Dio e l'amore al prossimo: questo il concetto espresso da Francesco nell'omelia della messa mattutina.
Il Papa ha messo dunque in guardia da chi invia un assegno alla Chiesa e poi si comporta ingiustamente con i suoi dipendenti. Commentando le letture, il pontefice ha subito sottolineato che bisogna distinguere tra «il formale e il reale»: per il Signore, ha osservato, «non è digiuno, non mangiare la carne» ma poi «litigare e sfruttare gli operai».
«RISPETTO PER PERSONE CHE DIPENDONO DA NOI». Bergoglio ha aggiunto che «non è un buon cristiano quello che non fa giustizia con le persone che dipendono da lui».
E non è un buon cristiano, ha soggiunto, «quello che non si spoglia di qualcosa necessaria a lui per dare a un altro che abbia bisogno».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso