Abusi Minori Violenza 150221115725
ABUSI 21 Febbraio Feb 2015 0800 21 febbraio 2015

Torino, ragazza di 13 anni violentata per mesi dai compagni di scuola

I rapporti sessuali avvenivano in un garage abbandonato. La vittima era ricattata da 15 aguzzini con foto hard: «Se parli le divulghiamo». Otto indagati.

  • ...

Visione della città di Torino.

È stata violentata da 15 compagni di scuola in un garage abbandonato del quartiere Falchera, periferia Nord di Torino.
Ed è stata costretta al silenzio perché le foto e i video di quell'orrore non finissero in mano ai genitori.
Protagonista di questa drammatica vicenda, raccontata il 21 febbraio da La Stampa, una 13enne.
Per sette mesi l'adolescente ha subito ogni tipo di umiliazione dai baby-stupratori, suoi coetanei.
Fino a quando si è ribellata e per vendetta il branco ha spedito una foto alla madre che ha denunciato tutto alla polizia.
«TUTTI SAPEVAMO COSA ACCADEVA». Una storia di violenza e di degrado. «Tutti nel quartiere conoscevamo questa storia», ha raccontato al quotidiano uno studente della scuola frequentata dalla ragazzina e dai suoi stupratori. «Sembrava una cosa normale. Non avevamo capito che le avevano fatto dei video e la stavano ricattando». La polizia ha sequestrato telefoni e computer: nella banda del garage sarebbero pochi quelli che hanno compiuto 14 anni.
INDAGINE IN CORSO. «So che la madre ha sporto denuncia», ha affermato il preside Filippo Furioso. «C'è un'indagine in corso. Si è presentata a scuola per chiedere il nulla osta al trasferimento di sua figlia».
Per il dirigente scolastico «è un fatto gravissimo che adesso rischia di creare dei pregiudizi verso un quartiere che sta cercando in tutti i modi di uscire dall'isolamento».
La procura di Torino ha iscritto nel registro degli indagati otto minorenni. L'inchiesta è seguita dal pm Antonella Barbera.

Correlati

Potresti esserti perso