Isis_video
TERRORISMO 22 Febbraio Feb 2015 0828 22 febbraio 2015

Iraq, in un video dell'Isis 21 curdi in gabbia

Nel filmato i peshmerga vengono portati per strada e minacciati di morte. Minacce su Twitter per l'Italia.

  • ...

Nuovo video dell'orrore dell'Isis. Dopo le minacce su Twitter all'Italia, in un filmato diffuso dal Califfato proveniente dall'Iraq vengono mostrati 21 peshmerga curdi rinchiusi in gabbie e portati per le strade di una città.
A confermalo Site, il sito di monitoraggio dei media jihadisti. Nel video i membri dell'Isis minacciano di uccidere i combattenti curdi catturati.



Secondo il portale, i peshmerga sono stati mostrati a Kirkuk, ma probabilmente la città mostrata è nella provincia, controllata dall'Isis, mentre Kirkuk è ancora nelle mani delle autorità curde.
GABBIE COME QUELLE DEL PILOTA GIORDANO. Nel video i peshmerga sono rinchiusi in gabbie simili a quella usata nel video dell'uccisione del pilota giordano Muadh al Kasasbeh.
I progionieri, che indossavano tute arancioni, sono stati portati a bordo di pick-up, insieme con militanti che sventolavano la bandiera nera dello Stato islamico, per le strade della città affollate di sostenitori dell'Isis.
CAMPO DI ADDESTRAMENTO PER BAMBINI. Intanto, in un altro video dell'Isis, si vedono decine di bambini in tenuta militare in fila in quello che viene presentato come il cortile di un campo di addestramento a Raqqa, in Siria. Attivisti anti-Isis della città riferiscono anche di due scuole, una per maschi l'altra per femmine, aperte per i figli dei jihadisti di lingua madre inglese.
ALLERTA IN USA E GB. Nel frattempo gli Shabaab somali, alleati di al Qaeda, contendono la scena agli uomini del Califfo e fanno scattare la massima allerta in Usa e Gb dopo le minacce di attacchi ai centri commerciali dei due Paesi e del Canada. Si citano alcuni possibili obiettivi, il Mall of America in Minnesota, il West Edmonton ad Alberta e il mall di Oxford Street a Londra. Fbi e 007 americani concentrano la loro attenzione nell'area di Minneapolis, dove si trova la più grande comunità somala degli Stati Uniti. Qui i jihadisti hanno arruolato tanti giovani, alcuni poi diventati foreign fighters. Altri potrebbero essere rimasti a casa, pronti a trasformarsi in 'lupi solitari'.

Correlati

Potresti esserti perso