Isis Mosul 150226163904
FURIA 26 Febbraio Feb 2015 1633 26 febbraio 2015

Isis, nuovo video: distrutte statue antiche a Mosul

In un filmato preziosi bassorilievi frantumati dai jihadisti con il martello pneumatico.

  • ...

Nuovo video dell'Isis ma questa volta le vittime della loro violenza non sono prigionieri o nemici del Califfato.
In un filmato messo in Rete da un account Twitter vengono distrutti da uomini barbuti statue e bassorilievi antichi di Mosul, colpiti anche con il martello penumatico.
CAMPAGNA CONTRO LUOGHI DI CULTO. L'azione è la prosecuzione di una campagna contro le vestigia del passato che ha già visto i miliziani dello Stato islamico far saltare in aria luoghi di culto, dare alle fiamme libri sottratti dalle biblioteche e distruggere una parte della cinta muraria di Ninive, l'antica capitale assira alla periferia dell'odierna Mosul.
(Leggi anche: il patrimonio culturale a rischio in Iraq e in Libia).

DISTRUTTO ANCHE TORO ALATO. Le immagini mostrano uno scempio perpetrato metodicamente nelle sale di quello che sembra un museo a Ninive.
Durante il video ci si sofferma sui cartelli in arabo e in inglese che illustrano i manufatti esposti.
Tra le statue distrutte ne figura in particolare una di un toro alato che rappresenta l'antica divinità mesopotamica di Nergal.
L'Isis segue una dottrina fondamentalista sunnita secondo la quale è vietata qualsiasi riproduzione di esseri umani o animali, tanto più se raffigurazioni di dei (Leggi anche: l'arte come fonte di finanziamento).
UNESCO: «ATTACCATE LA STORIA E LA CULTURA DELL'IRAQ». La direttrice dell'Unesco, Irina Bokova, ha commentato così la distruzione di satue e bassorilievi nelle sale del museo di Mosul: «È stato un deliberato attacco alla storia e alla cultura millenaria dell'Iraq».

Correlati

Potresti esserti perso