Slavina Suema 150301113538
BELLUNO 1 Marzo Mar 2015 1112 01 marzo 2015

Belluno, quattro sciatori travolti da una slavina

In Val Fronda. Un morto e due feriti in condizioni disperate. Il quarto si è salvato e ha dato l'allarme.

  • ...

Un elicottero del Suem.

Tre persone sono rimaste sepolte domenica primo marzo sotto una slavina caduta in Val Fonda, sopra Auronzo, in provincia di Belluno. Una è morta e il suo cadavere è stato recuperato dai soccorritori. Gli altri due sono stati riportati in superficie vivi, ma in condizioni disperate.
Le vittime della slavina sono tutte cadorine. La persona deceduta, Tiziano Favero, aveva 44 anni. I feriti sono un uomo di 29 anni di Calalzo di Cadore e un secondo di 36 anni, di Perarolo di Cadore. Sul posto sono intervenuti gli elicotteri del Suem di Pieve di Cadore e dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano.
Una quarta persona è rimasta coinvolta nell'incidente, ma è riuscita da sola a uscire illesa dalla neve e a dare l'allarme. La slavina aveva un fronte di circa 70 metri ed è scesa lungo il pendio per quasi 150, travolgendo i quattro sciatori. La zona dove è avvenuto l'incidente, la parete che guarda all'Austria del Cristallino, è particolarmente frequentata dagli amanti del fuoripista. Mentre si svolgevano le operazioni di soccorso i vigili del fuoco hanno notato la presenza non molto distante di altri sciatori.

Correlati

Potresti esserti perso