Hitler Edoardo Viii 150302070419
RIVELAZIONI 2 Marzo Mar 2015 0700 02 marzo 2015

La promessa di Hitler a Edoardo VIII: «Tornerai sul trono»

Il Führer voleva vincere la guerra e restituire la corona all'alleato britannico.

  • ...

Adolf Hitler ed Edoardo VIII.

Una promessa fatta da Adolf Hitler a Edoardo VIII imbarazza la Gran Bretagna.
Dagli archivi sono emersi documenti che avrebbero dovuto restare segreti e che rimettono al centro del mirino Bakingham Palace. Secondo quanto svelato da Andrew Morton, lo scrittore del libro Diana: la vera storia che già ha imbarazzato la famiglia reale britannica, durante la Seconda Guerra mondiale, il Führer promise all'ex re - Edoardo VIII aveva rinunciato al trono per amore di Wallis Simpson - che sarebbe tornato a regnare.
RAPPORTI COL NAZISMO. Come ha scritto La Stampa, che ha ripreso l'articolo di Morton sul Mail on Sunday con cui ha anticipato la storia che finirà in un libro, le rivelazioni confermano come il re, che abdicò nel 1936 in favore di Giorgio VI per la relazione con Simpson, fosse molto più legato al nazismo di quanto si sospettasse. Addirittura sono rafforzati i sospetti che la moglie dell'ex regnante - americana e due volte divorziata - fosse in realtà una spia nazista, come sostenevano anche Winston Churchill e l'ambasciatore Usa a Londra.
RE POCO AFFIDABILE. Che Simpson avesse un forte ascendente su Edoardo VIII lo sapevano anche Washington e Scotland Yard, tanto che è emerso come i documenti più scottanti e segreti non venissero sottoposti all'allora re d'Inghilterra che parlava di tutto con l'amante. E questo fu uno dei motivi per cui governo britannico e Arcivescovo di Canterbury gli negarono la possibilità di sposare l'americana. Un veto che costrinse il figlio di Giorgio V a lasciare il trono al fratello proprio per sposarsi.
IL VIAGGIO DA HITLER. Dopo aver abdicato, Edoardo VIII e Simpson andarono in Germania a trovare Hitler, il quale non aveva gradito la mossa del britannico, considerato un «amico» dai nazisti (l'americana era addirittura chiamata «altezza reale», nonostante Giorgio VI le avesse negato il titolo).
Fu in quella occasione che il Führer promise all'ex re che, una volta vinta la guerra dai nazisti, sarebbe tornato a regnare sulla Gran Bretagna.
RAPPORTI CON FRANCO. Inoltre, sempre secondo i documenti finiti nelle mani di Morton, è emerso che dal suo esilio in Francia, Edoardo VIII non era dispiaciuto di apprendere che Londra fosse continuamente sotto i bombardamenti dei nazisti: «Non mi dispiace, dopo tutto quello che mi hanno fatto», avrebbe detto all'amica della moglie Claire Boothe Luce, poi diventata ambasciatrice Usa in Italia.
Inoltre, parlando nei salotti del dittatore Spagnolo Francisco Franco, l'ex re britannico si augurò che gli attacchi della Germania sulla Gran Bretagna aumentassero: una posizione considerata altro tradimento da Londra e dalla famiglia reale.

Correlati

Potresti esserti perso