Produzione Industriale Auto 150210201304
MOTORI 2 Marzo Mar 2015 1816 02 marzo 2015

Mercato auto, a febbraio +13,2%

Immatricolate in tutto 134.697 vetture. Balzo di Fca: vendite in aumento del 13,5%.

  • ...

Secondo i dati Istat la produzione di auto è cresciuta a dicembre 2014 del 30,4% e nell'intero anno del 9,2%.

Secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti, nel mese di febbraio 2015 sono state immatricolate 134.697 auto, con un incremento del 13,21% sullo stesso mese del 2014, grazie in particolare al segmento dei crossover (+57%) e delle station wagon (+36,8%).
Da inizio anno il totale è di 266.555 vetture vendute, il 12,26% in più dell'analogo periodo dell'anno scorso.
BALZO FCA: +13,5%. Fiat Chrysler Automobiles ha registrato un un tasso di crescita ancora più alto, con un balzo delle vendite del 13,5%, il migliore incremento da marzo 2010. Il titolo ha guadagnato il 2,25% ed è ritornato oltre quota 14 euro (14,10), raddoppiando il proprio valore rispetto ai 7 euro del debutto con il nuovo nome avvenuto il 13 ottobre scorso a Piazza Affari e a Wall Street. Tutti i brand Fca hanno fatto registrare buone performance, ma - ha segnalato la società - con «un vero e proprio exploit» per Jeep: quasi 2.500 consegne (+290,6%) e quota all'1,8%, in crescita dell'1,3%.
NUOVI MODELLI SPINGONO IL MERCATO. A spingere il mercato dell'auto, ha sottolineato Gian Primo Quagliano, presidente del Centro studi Promotor, il lancio di nuovi modelli, il contenimento dei prezzi delle vetture e il calo dei prezzi del carburante: «È possibile che una quota delle consegne sia stata rinviata per la carenza di targhe dovuta a fenomeni di accaparramento da parte di agenzie di pratiche automobilistiche», ha osservato inoltre Quagliano, per il quale comunque il clima è cambiato.
BENE IL SETTORE NOLEGGIO. A frenare gli entusiasmi è invece l'Unrae, l'associazione delle case estere e i concessionari, che hanno attribuito la crescita al settore del noleggio, mentre langue la domanda dei privati: «A febbraio i concessionari hanno venduto ai privati solo una macchina a testa in più rispetto all'anno scorso», ha detto il presidente dell'Unrae, Massimo Nordio.

Correlati

Potresti esserti perso