Nemtsov 150302103736
MISTERO 2 Marzo Mar 2015 1035 02 marzo 2015

Omicidio Nemtsov, telecamere spente davanti al Cremlino

Erano «in riparazione». Ma il ponte Bolshoi Moskvoretski era la zona più sorvegliata della città.

  • ...

Un ritratto di Boris Nemtsov.

Si fa sempre più misterioso l'omicidio dell'oppositore russo Boris Nemtsov, ucciso nella notte di venerdì 28 febbraio sul ponte Bolshoi Moskvoretski, di fronte al Cremlino, uno dei luoghi più controllati del Paese.
Da quanto si è appreso, le telecamere di sorveglianza della zona erano spente perché «in riparazione»: a scriverlo è stato il quotidiano Kommersant.
SOLO UNA TELECAMERA. L'unica telecamera che ha ripreso la scena era della emittente moscovita Tvcenter, che la usa abitualmente per far vedere il panorama come sfondo prima o durante i tg e che ha fornito solo immagini a bassa definizione.
POLIZIOTTI IN RITARDO. Perplessità anche sui tempi di arrivo dei poliziotti: una decina di minuti, mentre ne impiegano molto meno per impedire ad alcuni giovani di srotolare dallo stesso ponte una bandiera ucraina, come ha documentato un video ritwittato da Alexiei Venediktov, direttore di radio Eco di Mosca.

Correlati

Potresti esserti perso