101018111300
INCHIESTA 5 Marzo Mar 2015 0735 05 marzo 2015

Incendi dolosi nel Messinese: arrestato un 26enne

Fermato un giovane. Indagato il padre. Era a capo del comitato che chiedeva i risarcimenti per i danni.

  • ...

Un'auto dei carabinieri.

I carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di Giuseppe Pezzino, 26 anni, e hanno inviato un avviso di garanzia al padre, Nino Pezzino, perché ritenuti a vario titolo responsabili degli incendi inspiegabili nella frazione di Canneto a Caronia in provincia di Messina.
INCENDI DOLOSI. L'inchiesta, coordinata della procura di Patti, ha svelato l'origine dolosa dei numerosi roghi avvenuti nel 2014 che seguivano quelli che si erano verificati una prima volta nel 2004 sempre nella stessa area.
Le indagini hanno accertato che in questi ultimi casi si trattava di incendi appiccati dal giovane con la complicità del padre.
AIUTI ANTI-CALAMITÀ. Quest'ultimo è anche diventato il presidente del comitato locale di residenti che chiedeva aiuti economici alle istituzioni per i cittadini colpiti dalla calamità le cui cause non erano state individuate nonostante numerosi sopralluoghi da parte di studiosi e rilevamenti scientifici.
I roghi avevano provocato nei residenti una situazione di disagio e alcuni sono stati costretti anche a lasciare le loro abitazioni.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso